Sergio Denti, Assaltatore della Decima MAS

Sergio Denti assaltatore Decima MasSu iniziativa del Presidente del 67° club Frecce Tricolori,  verrà celebrata una messa in ricordo di Sergio Denti, assaltatore della Decima Mas (RSI) e protagonista dell’ultima azione dei mezzi d’assalto nella 2°guerra mondiale recentemente scomparso all’età di 93 anni.

La messa verrà celebrata nella chiesa di S. Maria Maddalena dei Pazzi in Firenze, via Borgo Pinti 60 (angolo via della Colonna, centro storico) lunedì 12 marzo alle ore 1100.

La storia di Sergio Denti è stata raccontata dal giornalista e storico Enrico Nistri  con il libro “L’ultimo assaltatore. Sergio Denti dalla Regia Marina alla X Mas” edito da Sassoscritto. Il libro percorre la vita di Sergio Denti, marinaio che si arruolò nel 1940 nella Regia Marina come volontario di guerra e dopo l’8 settembre militò nella X Flottiglia Mas compiendo un’impresa che ha del leggendario. Col suo barchino esplosivo, riuscì a mettere fuori combattimento, nella notte fra il 17 e il 18 aprile, la torpediniera francese “Trombe“. Il volume è una biografia completa di Sergio Denti, fondata su testimonianze dirette dell’autore, su fonti edite e su documenti d’archivio. Percorre la vita dell’eroe della Decima dall’infanzia all’apprendistato presso il pittore Ottone Rosai, dalla partecipazione alla guerra alla prigionia, dalle persecuzioni postbelliche all’attività come gallerista e mercante d’arte. Il materiale iconografico che correda il volume comprende anche la riproduzione di una lettera autografa del comandante Borghese a Denti, scritta durante la prigionia.

Luigi Leonardi: Epurazioni 1945 la resa dei conti nello spezzino

Domani 16/02 alle ore 18.00 nel Quadrato Marinai della sede ANMI di Lerici sarà presentato il libro ” Epurazioni 1945 la resa dei conti nello spezzino ” di Luigi Leonardi.

.Gruppo ANMI Lerici…… Le epurazioni che seguirono la fine del fascismo sono uno dei tabù della storia del nostro Paese: una questione controversa e delicata. Luigi Leonardi denuncia, in questo volume ben documentato, i casi di giustizia sommaria registrati nella provincia spezzina nel 1945, quando il decreto legislativo n. 159, emanato dal governo cobelligerante del Sud nel luglio del 1944, stabilì l’epurazione di tutti quelli sospettati, a torto o a ragione, di fascismo o di collaborazionismo. Dopo un’attenta consultazione dell’Archivio di Stato della Spezia, l’autore ripropone gli atti di notifica di sospensione dal lavoro, e le relative motivazioni, inviati in quel periodo a operai, impiegati, dipendenti delle aziende pubbliche: vere e proprie condanne a priori, basate esclusivamente sulle denunce dei comitati di fabbrica o su elenchi trovati nelle ex sedi dei comandi fascisti. Molte persone furono frettolosamente condannate a morte per delitti non commessi, spesso pagando soltanto per la propria debolezza, colpevoli di non aver saputo opporsi e di aver ceduto al ricatto del più forte. L’iscrizione al Partito Fascista Repubblicano era infatti un obbligo di sopravvivenza per chiunque desiderasse salvare se stesso e, soprattutto, la propria famiglia. Una ricostruzione d’indubbio valore storico che lascia profonda amarezza e apre numerosi interrogativi. ……

Un appuntamento da non perdere.
Ingresso libero

Il Presidente ANMI

KABUL-ROMA, ANDATA E RITORNO (VIA DELHI)

Andrea ANGELI, Kabul-Roma, andata e ritorno (via Delhi)Presso la Mediateca Ligure “Sergio Fregoso” (Via Firenze 37, La Spezia) il giorno mercoledì 27 settembre alle ore 21.00 verrà presentato, alla presenza dell’autore Andrea Angeli, il libro Kabul-Roma, Andata e ritorno (via Delhi); l’evento è organizzato dall’Associazione Fotografica Liberi di Vedere.

“Andrea Angeli si muove nei conflitti armati come un ospite educato e di riguardo nei ricevimenti della buona società […] I suoi libri assomigliano alle cronache di un (sempre giovane e stravagante) gentiluomo che gira il mondo preferendo ai luoghi balneari alla moda le contrade pericolose. In cui lui spicca perché di solito è il solo civile in un mare di tute mimetiche, ed è anche il solo a non essere armato …” (Bernardo Valli).

“Kabul-Roma, il terzo libro di Andrea Angeli, il più amato peacekeeper italiano nel mondo, è un avvincente viaggio nella cronaca internazionale dei giorni nostri. Il libro narra le sue avventure dal Kosovo all’Afghanistan, passando per Delhi, ossia per la tormentata vicenda dei marò. Dal 2011 al 2014 il diplomatico italiano (l’unico ad aver lavorato per Onu, Ue, Osce, Nato e Farnesina) è «segretario particolare» del sottosegretario Staffan de Mistura. E quindi è paracadutato nel caso diplomatico più intricato del Dopoguerra, narrato con dovizia di retroscena” (Elisabetta Burba).

Angeli nella sua carriera e’ stato membro dei contingenti delle Nazioni Unite in Namibia, Cambogia, Timor Est ed ex Jugoslavia, nella Baghdad di Saddam Hussein e a New York come assistente di Bettino Craxi inviato speciale per il debito estero. E ancora portavoce Osce in Albania, dell’Autorità di Coalizione a Nassiriyah e della Ue in Afghanistan. Durante il governo Monti e’ stato stretto collaboratore del sottosegretario Staffan de Mistura e nel 2014 e’ tornato in Afghanistan come political adviser Nato.

“Andrea Angeli da sempre opera in giro per il mondo “sparando ai guai”, tra guerre, sommosse, terroristi, lavorando, con un sorriso, per la pace. Questa è la sua Odissea: leggetela” (Gianni Riotta).

scarica l’invito

COLLERA DAL MARE UNA BATTAGLIA PER LA LIBERTA’

Collera dal mareChe cosa accadrebbe se la Libia, una volta una volta riunificata, invadesse l’isola di Lampedusa?

Per tutti gli appassionati segnaliamo questo romanzo che descrive, attraverso gli occhi di una giornalista inviata di guerra e di un team di Incursori della Marina Militare le operazioni aeronavali per riconquistare un pezzo di territorio italiano caduto in mano a forze ostili.

Collera dal Mare è un romanzo di Francesco Cotti (biografia) che conclude un’ideale trilogia iniziata nel 2007 con La Giusta Decisione. Inizia e finisce con i due personaggi principali: Saverio Mora e Giovanni Majano, circondati da vari coprotagonisti che si succedono nei vari romanzi. E’ un romanzo puramente techno-thriller, un misto di azione, spionaggio e guerra con un un’importante componente di dettagli tecnici spiegati al lettore.

Scrivere “Collera dal mare” ha significato dover entrare nei panni di diversi personaggi che hanno background militari molto differenti tra loro. Stefano, per descrivere le esperienze di un Comandante di un sommergibile, di un Incursore di Marina, di un pilota di caccia dell’Aeronautica Militare e di una giornalista inviata di guerra, ha incontrato persone con questi background con i quale ha discusso e fuso le sue esperienze con le loro per poter distillare le descrizioni presenti sul romanzo.

Per quanto riguarda il Typhoon ha avuto l’onore nel maggio 2012 di visitare il Reparto Sperimentale Volo dell’AMI dove ha potuto letteralmente toccare con mano il velivolo e parlare con piloti ed ingegneri del Consorzio Typhoon. Per la parte subacquea della trama ha avuto la grande collaborazione di un ex-Ufficiale sommergibilista della Marina Militare e per la parte giornalistica è entrato “in simbiosi” con una nota giornalista italiana inviata di guerra per quattro anni.

Il romanzo è disponibile sia in versione elettronica (e-book) sia in versione cartacea.

Dallo stesso autore:
La giusta decisione (primo libro della trilogia)
Futuro ignoto (secondo libro della trilogia)

LA STORIA DELLA MARINA ATTRAVERSO I DIPINTI

LA MARINA E I SUOI PITTORI E I LORO DIPINTI

Dipinti, opere di artisti che raccontano la Marina

LA STORIA DELLA MARINA ATTRAVERSO I DIPINTI

Con i dipinti che raccontano la storia della Marina, è disponibile dal 20 dicembre, a tiratura limitata e con  in omaggio il calendario della Marina Militare da parete 2016, la prima opera che raccoglie 650 opere d’arte selezionate dall’ammiraglio Paolo Bembo, ispirate alle forze estreme della natura, ai progressi fatti nel campo dell’ingegneria navale e al coraggio di migliaia di marinai d’ogni epoca.


Acquista l'opera!