shadow
> EVENTI > Sezione Tiro Sportivo > SEZIONE TIRO – ALLENAMENTO PER IL TROFEO BIRINDELLI 2017

SEZIONE TIRO – ALLENAMENTO PER IL TROFEO BIRINDELLI 2017

Il 2 ottobre u.s. si è aperta la stagione degli allenamenti e della preparazione fisica in vista del 5° trofeo Birindelli 2017.
Il Trofeo 2017, infatti, avrà una serie di novità importanti che renderanno ancora più competitive le gare in programma; gli atleti saranno sottoposti non solo a prove di tiro, ma anche a vere e propri percorsi di agilità a tempo. Per poter realizzare tutto questo, mantenendo elevati gli standard di sicurezza, si è reso necessario integrare la normale attività di formazione e sicurezza, tra l’altro già elevata, con le novità che quest’anno gli atleti incontreranno nelle competizioni.

Presso il Poligono SICS6, la sezione tiro ha di fatto creato quella palestra necessaria alla formazione sul campo dei soci ANAIM. La formazione è rivolta tutti i soci della nostra associazione d'arma e come sempre viene fornita in forma assolutamente gratuita. Nella struttura è stato creato e ultimato il primo tratto del percorso Bootcamp da noi chiamato “percorso Carboni” che attualmente si sviluppa su una superficie di circa 3 km. Quando l’intero percorso verrà ultimato, si svilupperà su una superficie di circa 6 Km e avrà all’attivo circa 20 ostacoli tra naturali e artificiali.

Molto intensa è stata la giornata di allenamento del 2 ottobre, con un meteo poco favorevole caratterizzato da pioggia intermittente. Tutti gli atleti hanno iniziato la parte di allenamento fisico con un primo blocco di lavoro di riscaldamento muscolare e piccole basi di crossfit (disciplina questa che stiamo implementando a regime nel gruppo ), quindi si è iniziato con il breafing inerente le imbragature da roccia e il loro corretto utilizzo. Sono state insegnate le tecniche per realizzare un imbrago speditivo di sicurezza partendo da un cordino, i nodi da impiegare, l’uso dei moschettoni, dei rinvii, delle longe e del discensore a otto. Quindi nel secondo blocco di lavoro, uno alla volta, gli atleti sono stati fatti salire su una torre appositamente realizzata alta circa 20 mt  e fatti scendere in sicurezza in corda doppia. Diverse le discese effettuate per ciascuno atleta, in modo da fargli prendere fiducia e maggior sicurezza alla tecnica. Successivamente si è passati all’attraversamento aereo su fune, appositamente installata e della lunghezza di 12 metri. Anche qui sempre uno alla volta e in sicurezza mediante longe e rinvio, sono stati fatti attraversare su un passaggio “tirolese” e su un passaggio “australiano” lungo un percorso aereo per niente facile. Diversi gli attraversamenti fatti fare in “tirolese” mentre per l’australiana ci concentreremo le prossime volte al fine di far migliorare la tecnica di attraversamento. Infine il barbettone, montato su una piattaforma sopraelevata alta 18 mt. Qui tutti i soci atleti sono stati istruiti sulla tecnica di discesa e dopo averli assicurati in sicurezza fatti scendere più volte in modo da far prendere loro dimestichezza e velocità nella discesa.

Terminato il secondo blocco di lavoro, dopo la pausa pranzo si è passati al terzo blocco di lavoro. Il terzo blocco era molto pesante dal punto di vista fisico. Nel terzo blocco infatti era previsto il percorso bootcamp con corsa e attraversamento ostacoli tra cui il nostro “muro del pianto” costituito da una parete di cemento armato alta 6 m circa completamente priva di appigli. Su questa parete in futuro verrà realizzata una palestra per arrampicata e quindi verranno applicati su di essa ganci e sospensori per arrampicare sia a mani nude che con l’uso delle corde. In questa fase il muro doveva essere superato utilizzando la corda annodata e, una volta superato, di corsa si doveva raggiungere il tratto finale del percorso dove era previsto l’ingaggio a fuoco di alcuni bersagli parzializzati. Infine il quarto blocco di lavoro, dedicato al tiro in diverse modalità e armi, con esercizi e scenari che verranno riproposti nel corso delle gare del prossimo trofeo.

Nella stessa giornata è stato effettuato un corso base TISMA, dove alcuni nuovi atleti si sono misurati con questa disciplina multi arma. Il corso è iniziato prestissimo, alle 9.00 e si è protratto fino alle 18.00 senza soste e in modo intenso, mettendo a dura prova tutti i partecipanti che di fatto hanno avuto solo una breve pausa pranzo di 40 minuti. Vista la richiesta da parte dei soci, prevediamo di implementare maggiormente le giornate dedicate ad al’allenamento e alla formazione prevedendo un paio di eventi al mese.

Un ringraziamento speciale lo rivolgo a tutti i soci che hanno partecipato a questo allenamento e al gruppo di allenatori ANAIM che si sono spesi senza sosta in questo evento, dimostrando grande professionalità, cortesia, versatilità e attenzione verso la didattica che stavano portando avanti.

 

G.C.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: