QUINTA GARA 2016 – 4° TROFEO BIRINDELLI

Con la quinta gara di tiro sportivo si conclude il Trofeo Birindelli 2016

Domenica 2 Luglio 2016, presso il poligono di tiro ATDS Vado la Mola, Bassiano ( LT ) si è disputata la quinta gara 2016, gara conclusiva del 4° Trofeo Amm. Gino Birindelli MOVM.

La gara disputata in una cornice decisamente estiva è iniziata presto alle 8.45, dopo l’arrivo dell’ambulanza.

La competizione ha visto contendersi l’evento su quattro categorie a libera scelta dei concorrenti.

La prima categoria si sviluppava sul tiro di precisione su tre distanze con carabine in calibro 22 L.R su bersagli standard per pistola, posizionati a 50, 100 e 150 metri.

L’atleta doveva ingaggiare i propri bersagli identificati con un colore, con dieci colpi ciascuno, partendo dal primo posto a 50 metri in un tempo massimo di venti minuti.

Solo cinque i colpi di prova consentiti a ciascun tiratore. La difficoltà maggiore in questa tipologia di tiro si registrava sulla distanza dei 150 m, sia per la traiettoria sia per il vento laterale che disturbava e obbligava il tiratore a compensare. Il tiro avveniva dalla posizione da seduti, con carabina appoggiata al bipiede o su zaino tattico. Gli ingrandimenti dell’ottica e il munizionamento erano a scelta del tiratore, ma non potevano essere modificati in corso di gara.

La seconda categoria comprendeva il tiro di precisione a 100 m con fucili semiautomatici ( Garand, Winchester M1 , M4, M16, AR 70 ecc ) con l’utilizzo delle sole mire “metalliche” in dotazione all’arma. Non erano consentiti né spotter né ottiche di controllo.

Il tiratore, una volta in posizione doveva ingaggiare il proprio bersaglio con solo venti colpi, di cui cinque di prova, nel tempo massimo di cinque minuti. Doveva quindi capire dall’impatto sul bersaglio ( la nuvola di polvere che si sollevava ) la precisione di tiro che stava ottenendo.

L’arma doveva essere imbracciata e non poteva essere in nessun modo appoggiata. Molto difficile il tiro di questa categoria, sia per la tipologia di bersaglio sia per il surriscaldamento dell’arma dopo i dieci colpi. I tempi medi di esecuzione sono stati per i concorrenti due, tre minuti circa a testa, con un cambio caricatore obbligato dopo i primi dieci colpi.

La terza categoria si è sviluppata con il classico tiro Sniper a 150 metri con carabine di grosso calibro ( dal 223 Rem al 300 WM ) su bersagli da carabina libera.

Tre i colpi di prova e nove i colpi di gara, da sparare in un tempo massimo di 15 minuti su quattro bersagli differenti. Il tiro avveniva dalla posizione da seduti, con carabina appoggiata al bipiede o su zaino tattico. Gli ingrandimenti dell’ottica e il munizionamento erano a scelta del tiratore, ma non potevano essere modificati in corso di gara.

La difficoltà maggiore di questa categoria era legata al bersaglio di ridotte dimensioni e di colore nero, che rendeva più difficoltoso ogni riferimento e rilevamento di impatto del colpo.

La quarta categoria era riservata alle armi EX ordinanza a ripetizione ordinaria ( Enfield, Mauser, Mosin Nagant , Moschetto 91 ecc ) su un bersaglio Standard dello stesso tipo di quello utilizzato per la carabina 22 LR, posizionato a 150 metri. Il tiro avveniva con arma imbracciata con l’uso delle sole mire “metalliche” di serie in dotazione all’arma e non potevano essere utilizzati appoggi. Anche qui solo cinque i colpi di prova consentiti, per un totale di venti colpi da sparare in dieci minuti massimo.

Grande agonismo ha contraddistinto questa edizione, con un finale sul filo di lana per la contesa del Trofeo nella categoria Militari tra due atleti soci ANAIM.

Infatti per l’assegnazione del titolo è stato necessario uno spareggio sparando ulteriori 10 colpi calibro 22 LR, su un bersaglio posto a 150 metri in un tempo massimo di cinque minuti .

Per la categoria Militari il Trofeo Birindelli 2016 è stato vinto dal socio Massimo Z. con punti 29 arrivato a pari punti con il socio Leonardo N..

Per la categoria Giudici di Gara e Allenatori il Trofeo Birindelli 2016 è stato vinto dal socio Giuseppe C. con punti 30, che ha dedicato il trofeo a tutto il suo Team ( Team Ombra, composto dai soci Chiara C., Flavio R. e Marco C. ), al 42° corso Armaghedon e al Capo Incursore Roberto TAVECCHIA.

Il Trofeo è stato ritirato dal socio Marco C. su decisione di tutto il team.

Come ogni anno e fedeli allo statuto della nostra Associazione d’Arma, nel corso della competizione conclusiva di luglio sono stati sorteggiati e distribuiti tra tutti i partecipanti al trofeo 2016, i premi acquistati con le entrate della  cinque gare, andando così a zero con i soldi in fondo cassa.

Ringrazio pubblicamente tutti gli atleti che si sono cimentati in questo lungo e difficile Trofeo, tutti i responsabili e lo staff dei poligoni con noi convenzionati che ci hanno ospitato in questa edizione dando sempre un supporto impeccabile.

Ringrazio la CRI di Latina, per l’impeccabile e professionale supporto e per i mezzi messi a disposizione durante gli eventi.

Ringrazio tutti i Giudici di Gara che con la loro professionalità e uno straordinario e disinteressato impegno hanno permesso la realizzazione degli scenari di gara e lo svolgimento delle competizioni sempre nella massima sicurezza.

Con Stima

Giuseppe C.

CLASSIFICA QUINTA GARA 4° TROFEO BIRINDELLI 2016

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Coordinatore ANAIM sezione Tiro