Gli aerei

Dopo gli esperimenti effettuati nella laguna di Orbetello nella primavera-estate 1936 per il trasporto dei primi modelli di "barchini esplosivi" a mezzo di idrovolanti a doppio scafo Savoia-Marchetti "S.55", una soluzione che venne però quasi subito abbandonata, non risulta nel nel corso della seconda guerra mondiale la Xa Flottiglia MAS abbia utilizzato operativamente aerei come "avvicinatori" per mezzi d'assalto.

Nel 1940 venne studiata la possibilità di utilizzare idrovolanti del tipo "CANT Z.506" per il trasporto e l'avvicinamento finale alla zona dell'obiettivo di semoventi SLC.

Gli apparecchi trasportati avrebbero dovuto essere uno per velivolo, probabilmente sospesi alla carlinga dell'aereo tra i due scarponi, ma poco dopo l'idea venne abbandonata in quanto, già in fase di studio, erano emerse difficoltà di ordine tecnico e limitazioni di carattere operativo tali da sconsigliarne l'attuazione.

La carica (o le cariche) dei maiali sarebbero state eccessive per l'impiego contro le navi operanti in zona: si pensò quindi ad utilizzare tali idea per avvicinare gruppi di nuotatori dotati di battelli pneumatici con motore fuori-bordo; ma poi anche questo progetto venne accantonato.

Così come non ebbe seguito una serie di progettate azioni contro porti atlantici degli Stati Uniti e dell'Africa, da effettuarsi trasportando semoventi tipo SLC e/o gruppi di Gamma a mezzo del grande idrovolante quadrimotore tipo CANT Z.511.

Si trattava di un velivolo passeggeri destinato alle rotte transatlantiche progettato dall'ingegnere Zappata già nel 1939 ma che, per varie ragioni, poté effettuare il primo volo solo nel 1943. Ne vennero costruiti due prototipi che risulta avrebbero potuto trasportare almeno due SLC, oppure un maiale e 7 Gamma con il loro mezzo avvicinatore ricavato da uno scafo di MTSM privato delle sovrastrutture del siluro e delle relative sistemazione per il lancio.

Due idrovolanti SAVOIA-MARCHETTI S.55 in volo
Due idrovolanti SAVOIA-MARCHETTI S.55 in volo

Un idrovolante CANT Z.506
Un idrovolante CANT Z.506

L'idrovolante CANT Z.511
L'idrovolante CANT Z.511

Testo tratto dal libro I MEZZI D'ASSALTO DELLA Xa FLOTTIGLIA MAS 1940-1945, di MARCO SPERTINI e ERMINIO BAGNASCO, ALBERTELLI Editore