Poligoni convenzionati

TROFEO BIRINDELLI 2016: RESOCONTI E FOTO

PRIMA GARA

Si è conclusa la prima gara sportiva del 4° Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM 

La gara di tiro è stata allestita presso il Tiro Al Volo Le Fornaci di Rocca Massima (LT).
La competizione sportiva prevista nella specialità Fossa Olimpica si è sviluppata su due serie di venticinque piattelli regolamentari per un totale di cinquanta piattelli da colpire.

Accurata è stata la preparazione dello schema di gara, con piattelli e angolazioni di lancio regolamentari, come previsto nella disciplina olimpica.
Lo Staff del TAV ospitante, in particolare il sig. Angelo Fontana, si è prodigato nella preparazione delle macchine da lancio.
La gara è iniziata come previsto dal programma Federale domenica alle ore 09:30, subito dopo l’arrivo della ambulanza della CRI di Latina, sotto la supervisione del coordinatore Federale FITAV sig. Santangelo Michele, del sig. Fontana Angelo e degli allenatori della ANAIM sezione Tiro che hanno arbitrato l’evento sportivo ponendo massima attenzione sia alla sicurezza sia all’equilibrio di gara.
Presenti sul campo tiratori agonisti nella specialità Fossa Olimpica e tiratori ANAIM oltre a due ragazzi del settore giovani tesserati FITAV.

Prima gara molto equilibrata, svolta in una cornice decisamente primaverile, anche se con un lieve vento laterale che disturbava la traiettoria dei piattelli rendendoli ancora più difficili da intercettare. Impeccabile l’organizzazione e gli arbitraggi come impeccabile è stato il pranzo organizzato dallo Staff del TAV Le Fornaci con un primo piatto composto da mezze maniche agli asparagi selvatici e carciofi, un secondo piatto a base di carne alla brace, un contorno fresco, caffè, colomba zeppole e bignè di S. Giuseppe portati dai Soci ANAIM di Napoli, presenti numerosi a questo evento.

Coppe trofeo, uova e colombe pasquali sono stati i premi in palio dal primo al quinto classificato.
Ringrazio tutti i tiratori che hanno preso parte a questa riuscita manifestazione sportiva di apertura trofeo, tutto lo staff del TAV Le fornaci per l’impegno profuso e il pranzo realizzato, tutto il personale della CRI di Latina presente per tutta la durata della gara con una ambulanza e personale medico altamente specializzato, e il coordinatore FITAV Michele Santangelo che ha curato le classifiche e coordinato come FITAV l’evento.

L’intero incasso realizzato, al netto di tutte le spese vive sostenute, verrà interamente devoluto alla ANAIM quale contributo per la ristrutturazione della cappella della Madonnina presente al Varignano (SP) .

Il Responsabile della Sezione Tiro ANAIM Giuseppe C.

Classifica finale 1a Gara 4° Trofeo Birindelli - 2016


 

SECONDA GARA

Si è conclusa la seconda gara sportiva del 4° Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM 

Sabato 23 Aprile 2016 si è svolta presso il poligono Campo di tiro Poggio di Primo, situato in piena bonifica pontina a Borgo Montello a pochi chilometri da Littoria, la seconda gara sportiva del 4° Trofeo 2016 intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM.
La competizione è stata organizzata e pensata per la disciplina del Tiro Sportivo Multi Arma (TISMA) con una architettura di tiro su quattro prove dinamiche di cui due con prove fisiche a tempo a fare da contorno.

Complesso è stato il lavoro di montaggio degli scenari, svolto da soci ANAIM nella giornata di venerdì precedente la gara, anche a causa delle avverse condizioni meteo che hanno caratterizzato l'intera giornata.  

Il primo esercizio, da eseguire in modo dinamico, vedeva contrapposti due coppie di tiratori in uno scenario team contro team.
Si partiva con lo shot gun caricato a palla unica, da metri 50 con le armi posizionate a terra completamente scariche. Allo start i tiratori dovevano andare a terra, caricare lo shot gun e ingaggiare nella sequenza in piedi-in ginocchio-a terra il bersaglio n 1, quindi si dovevano portare di corsa fino allo step 2 posto a 25 m dal bersaglio dove i tiratori caricavano con dieci colpi il minirifle e ingaggiavano nella sequenza  in piedi-ginocchio-terra-ginocchio-in piedi; scaricato il minirifle, si portavano sempre di corsa verso l’ultimo step posto a 15 metri dal bersaglio. Qui caricata la pistola ingaggiavano sempre nella sequenza continuata in piedi-ginocchio-terra-ginocchio-in piedi-in ginocchio-a terra-in ginocchio con 14 colpi totali, quindi con il 15 colpo abbattevano un piatto metallico.
Il primo Team che abbatteva il piatto vinceva la competizione e un bonus di 10 secondi da scalare sul tempo finale totale.

Il secondo esercizio, sempre dinamico team contro team, vedeva contrapposti i membri dei due team nella dinamica del ruba bandiera, solo che al posto della bandierina era presente il caricatore della propria arma. Allo start dalla linea di partenza a metri 50, i membri del team effettuavano cinque piegamenti completi sulle braccia quindi si rialzavano e di corsa afferravano il caricatore corrispondente alla propria arma e al proprio colore da colpire, quindi si portavano di corsa fino alla linea di tiro  posta a circa 10 m di bersagli colorati di dimensioni 15x15; dopo aver scaricato dovevano tornare di corsa indietro per liberare il secondo coppio che effettuava il percorso nella medesima modalità.
Il primo team a terminare l’esercizio guadagnava un bonus di 10 secondi da sottrarre al tempo finale dell’esercizio.

Gli ultimi due scenari invece prevedevano settori multi stanza dove la coppia doveva ingaggiare il colore assegnato e al termine recuperare un manichino ostaggio realistico del peso di 45 Kg che doveva essere portato in zona recupero.

Buona l’affluenza alla gara, con grande interesse da parte di molti tiratori di altre discipline sportive che hanno provato per la prima volta nella categoria Sportivi.

Eccellente ed equilibrata è stata la condotta della gara da parte dei giudici arbitri che si sono concentrati non solo sulla sicurezza ma anche alla corretta esecuzione degli esercizi.
Un encomiabile lavoro è stato fatto dai giudici di gara verso i tiratori neofiti che si affacciavano per la prima volta in una gara sportiva di questo tipo, seguendoli in modo professionale, motivandoli e mettendoli in sicurezza durante le fasi di gara.

Momento importante infine è stata la premiazione degli atleti che sono stati premiati sia come classifica individuale sia di squadra con il consueto cameratismo che accomuna tutti gli atleti in queste competizioni sportive.

Il Responsabile della Sezione Tiro ANAIM Giuseppe C.

Classifica finale 2a Gara 4° Trofeo Birindelli - 2016


 

TERZA GARA

Si è conclusa la terza gara sportiva del 4° Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM 

Domenica 15 Maggio 2016 si è svolta la terza gara sportiva del 4° Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM.
La gara di tiro sportivo è stata organizzata presso il poligono di tiro Korral 26 di Ceri ( RM ).  La competizione, pensata per la disciplina del Tiro Sportivo Multi Arma ( TISMA ),  è stata sviluppata su una architettura di quatto prove dinamiche di tiro e una prova nello scenario di tiro interattivo. Nello scenario di tiro interattivo l’atleta si trovava di fronte a delle immagini proiettate che l'atleta doveva ingaggiare di volta in volta in tempi brevissimi.

Impegnativo è stato il lavoro di montaggio degli scenari, svolto da soci ANAIM nella giornata di sabato precedente la gara, anche a causa delle avverse condizioni meteo caratterizzate da una pioggia incessante.

Questa edizione di gara ha visto competere squadre formate da tre atleti, i quali in perfetta sinergia dovevano risolvere diversi esercizi dinamici che hanno richiesto una certa fisicità. Corsa, superamento di ostacoli, step dinamici e il nostro “Temistocle” hanno messo a dura prova tutti i concorrenti.
Anche il terreno di gara, reso viscido dalle abbondanti piogge, non ha aiutato i concorrenti nella risoluzione degli esercizi. Discreta l’affluenza alla gara, con grande interesse da parte di molti tiratori di altre discipline sportive.

Eccellente, come sempre, è stata la condotta della gara da parte dei giudici arbitri che si sono concentrati non solo sulla sicurezza ma anche sulla corretta esecuzione delle procedure.

Come sempre anche il pranzo, completo, offerto gratuitamente a tutti i concorrenti da ANAIM, è stato eccellente con un ricco primo piatto e una strepitosa porchetta fresca come secondo.

Momento importante è stata la premiazione degli atleti che sono stati premiati sia come classifica personale che di squadra con il consueto cameratismo che accomuna tutti in queste competizioni sportive.

Presente alla manifestazione il nostro Ivo, verso il quale tutti i GdG hanno un attaccamento particolare, che ha potuto apprezzare le novità di questa edizione del Birindelli 2016 vedendo e valutando direttamente le dinamiche di gara.

In questa gara, purtroppo, non sono state fatte fotografie perché il nostro fotografo Angeletto, il Doc per il gruppo, è stato colpito da una influenza improvvisa.

Il Responsabile della Sezione Tiro ANAIM Giuseppe C.

Classifica finale 3a Gara 4° Trofeo Birindelli - 2016


 

QUARTA GARA

Si è conclusa Domenica 19 Giugno 2016 la quarta prova del Trofeo Birindelli 2016.

Presso il poligono Korrall 26 di Ceri ( RM ), si è svolta la quarta gara del Trofeo Birindelli 2016, prova questa intitolata quale Memorial a Otello Ferrati

La manifestazione sportiva ha visto come madrina dell'evento D. Ferrati che ha presenziato e trascorso con tutti gli atleti questa gara estiva.

Molto impegnativa è stata la preparazione degli scenari che in questo evento sono stati dedicati rispettivamente a quattro esercizi dinamici.
Due esercizi specifici e valevoli quale classifica individuale, e due esercizi valevoli per la classifica a squadre composte da quattro atleti. 

Il primo esercizio ( A ) si basava essenzialmente su un tiro interattivo – istintivo svolto all'interno di uno scenario interattivo computerizzato. L'atleta che accedeva uno alla volta nello scenario, si trovava a risolvere una serie di esercizi proiettati su uno speciale bersaglio in tempi ridottissimi, dovendo discriminare di volta in volta il bersaglio da acquisire.
Al termine della sequenza di esercizio, mediante lo stesso computer venivano calcolati i punteggi e le eventuali penalità nella sequenza dei bersagli. 

Il secondo esercizio ( B ) valevole anch'esso per la classifica individuale, era un tiro di precisione con carabina calibro 22 L.R su bersagli di 10x10 cm posti a metri 130.
Al via l'atleta doveva partire di corsa affrontando un percorso accidentato in lieve salita di 130 m, giunto sul bersaglio raccoglieva, ai piedi del bersaglio da colpire , il caricatore della carabina rifornito con cinque cartucce, quindi nuovamente di corsa tornava verso la carabina posizionata su bipiede. Arrivato alla carabina trovava il colore assegnato, ovvero da colpire, quindi lo colpiva con cinque colpi. Al tempo totale della corsa venivano conteggiate e aggiunte le penalità temporali sul bersaglio o gli eventuali colpi fuori bersaglio. 

Il terzo esercizio ( C ) era un esercizio a tempo multiarma da eseguire in Team da 4 atleti. L'esercizio, molto fisico, prevedeva l'ingaggio in due tempi e su posizioni di tiro differenti sia con arma corta che con arma lunga. L'esercizio iniziava dallo start dove tutti i membri del team posizionavano a terra un caricatore di pistola e uno di carabina contenente le cartucce necessarie all'esercizio ( colpi limitati ); al via raccoglievano il primo caricatore di pistola, lo ritenevano, prendevano il nostro “Temistocle”, un tronco di larice laminato 25x25 lungo 6 m del peso di 180 Kg circa e di corsa affrontavano un percorso in salita di circa 80 m. Quindi posavano a terra “Temistocle “ caricavano e sparavano la prima sequenza di gara.
Scaricata l'arma, e ritenuto il caricatore, riprendevano Temistocle per tornare di corsa verso lo start e raccogliere il secondo caricatore della carabina, quindi nuovamente di corsa con Temistocle verso i bersagli per terminare l'esercizio.
Il percorso totale da affrontare tra andata, ritorno e andata era di 240 m circa con uno sforzo fisico reso ancora più difficoltoso da tutto l'equipaggiamento indossato e dal percorso accidentato.
Al tempo totale registrato dallo start alla fine dell'esercizio, andavano conteggiati tutte le penalità temporali sul bersaglio, i colpi mancanti e le procedure eventuali. 

Il quarto esercizio ( D ) era uno scenario raffigurante una serie di camere, un corridoio centrale e due laterali con l'apertura di porte di accesso. Allo start tutto il Team, equipaggiato al completo e con la maschera NBC indossata, apriva la porta di ingresso e entrava nello scenario ingaggiando i bersagli indicati nella modalità del Breafing; colpiti tutti i bersagli, compreso quelli nascosti, recuperavano l'ostaggio, portandolo fuori in copertura.
Anche qui al tempo totale registrato andavano sommati le penalità procedurali sul bersaglio, i colpi su bersagli No Shoot e le eventuali procedure comminate dal GdG. 

Al termine della gara, in un clima di sostanziale cameratismo tra tutti gli atleti si è dato via libera al pranzo offerto da ANAIM, composto da un antipasto di porchetta, un primo piatto caldo, un secondo piatto di carne alla brace cucinati in modo magistrale dal nostro amico chef Luca Mari, e il nostro socio A. B., acqua caffè e tanta allegria. 

Non sono mancati momenti di vera ilarità e cameratismo tra tutti , con il gavettone finale da parte del Socio A. De N. alla squadra prima classificata. Va ricordato anche che il socio De N. ha in questa edizione perso il suo “ Panama” tanto ambito e minacciato sin dal 2012 e che in questa edizione ha avuto il battesimo del fuoco. 

Madrina di eccezione la nostra D., che ha trascorso con noi questi momenti di vero cameratismo. 

Quindi le premiazione di tutti i concorrenti che si sono messi in gioco in questa gara, premiazione effettuata direttamente da D. Ferrati a tutti gli Atleti.

Ringrazio pubblicamente tutti i partecipanti a questo evento, lo Staff del Korral 26 e tutti i nostri GdG che si spendono veramente e duramente per la realizzazione e la sicurezza in questi eventi del Trofeo.

Con Stima 

G.C. 

Classifica finale 4a gara 4° Trofeo Birindelli 2016


 

QUINTA GARA

Domenica 2 Luglio 2016, presso il poligono di tiro ATDS Vado la Mola, Bassiano ( LT ) si è disputata la quinta gara 2016, gara conclusiva del 4° Trofeo Amm. Gino Birindelli MOVM.

La gara disputata in una cornice decisamente estiva è iniziata presto alle 8.45, dopo l'arrivo dell'ambulanza.

La competizione ha visto contendersi l'evento su quattro categorie a libera scelta dei concorrenti.

La prima categoria si sviluppava sul tiro di precisione su tre distanze con carabine in calibro 22 L.R su bersagli standard per pistola, posizionati a 50, 100 e 150 metri.

L'atleta doveva ingaggiare i propri bersagli identificati con un colore, con dieci colpi ciascuno, partendo dal primo posto a 50 metri in un tempo massimo di venti minuti.

Solo cinque i colpi di prova consentiti a ciascun tiratore. La difficoltà maggiore in questa tipologia di tiro si registrava sulla distanza dei 150 m, sia per la traiettoria sia per il vento laterale che disturbava e obbligava il tiratore a compensare. Il tiro avveniva dalla posizione da seduti, con carabina appoggiata al bipiede o su zaino tattico. Gli ingrandimenti dell'ottica e il munizionamento erano a scelta del tiratore, ma non potevano essere modificati in corso di gara.

La seconda categoria comprendeva il tiro di precisione a 100 m con fucili semiautomatici ( Garand, Winchester M1 , M4, M16, AR 70 ecc ) con l'utilizzo delle sole mire “metalliche” in dotazione all'arma. Non erano consentiti né spotter né ottiche di controllo.

Il tiratore, una volta in posizione doveva ingaggiare il proprio bersaglio con solo venti colpi, di cui cinque di prova, nel tempo massimo di cinque minuti. Doveva quindi capire dall'impatto sul bersaglio ( la nuvola di polvere che si sollevava ) la precisione di tiro che stava ottenendo.

L'arma doveva essere imbracciata e non poteva essere in nessun modo appoggiata. Molto difficile il tiro di questa categoria, sia per la tipologia di bersaglio sia per il surriscaldamento dell'arma dopo i dieci colpi. I tempi medi di esecuzione sono stati per i concorrenti due, tre minuti circa a testa, con un cambio caricatore obbligato dopo i primi dieci colpi.

La terza categoria si è sviluppata con il classico tiro Sniper a 150 metri con carabine di grosso calibro ( dal 223 Rem al 300 WM ) su bersagli da carabina libera.

Tre i colpi di prova e nove i colpi di gara, da sparare in un tempo massimo di 15 minuti su quattro bersagli differenti. Il tiro avveniva dalla posizione da seduti, con carabina appoggiata al bipiede o su zaino tattico. Gli ingrandimenti dell'ottica e il munizionamento erano a scelta del tiratore, ma non potevano essere modificati in corso di gara.

La difficoltà maggiore di questa categoria era legata al bersaglio di ridotte dimensioni e di colore nero, che rendeva più difficoltoso ogni riferimento e rilevamento di impatto del colpo.

La quarta categoria era riservata alle armi EX ordinanza a ripetizione ordinaria ( Enfield, Mauser, Mosin Nagant , Moschetto 91 ecc ) su un bersaglio Standard dello stesso tipo di quello utilizzato per la carabina 22 LR, posizionato a 150 metri. Il tiro avveniva con arma imbracciata con l'uso delle sole mire “metalliche” di serie in dotazione all'arma e non potevano essere utilizzati appoggi. Anche qui solo cinque i colpi di prova consentiti, per un totale di venti colpi da sparare in dieci minuti massimo.

Grande agonismo ha contraddistinto questa edizione, con un finale sul filo di lana per la contesa del Trofeo nella categoria Militari tra due atleti soci ANAIM.

Infatti per l'assegnazione del titolo è stato necessario uno spareggio sparando ulteriori 10 colpi calibro 22 LR, su un bersaglio posto a 150 metri in un tempo massimo di cinque minuti .

Per la categoria Militari il Trofeo Birindelli 2016 è stato vinto dal socio Massimo Z. con punti 29 arrivato a pari punti con il socio Leonardo N..

Per la categoria Giudici di Gara e Allenatori il Trofeo Birindelli 2016 è stato vinto dal socio Giuseppe C. con punti 30, che ha dedicato il trofeo a tutto il suo Team ( Team Ombra, composto dai soci Chiara C., Flavio R. e Marco C. ), al 42° corso Armaghedon e al Capo Incursore Roberto TAVECCHIA.

Il Trofeo è stato ritirato dal socio Marco C. su decisione di tutto il team.

Come ogni anno e fedeli allo statuto della nostra Associazione d'Arma, nel corso della competizione conclusiva di luglio sono stati sorteggiati e distribuiti tra tutti i partecipanti al trofeo 2016, i premi acquistati con le entrate della  cinque gare, andando così a zero con i soldi in fondo cassa.

Ringrazio pubblicamente tutti gli atleti che si sono cimentati in questo lungo e difficile Trofeo, tutti i responsabili e lo staff dei poligoni con noi convenzionati che ci hanno ospitato in questa edizione dando sempre un supporto impeccabile.

Ringrazio la CRI di Latina, per l'impeccabile e professionale supporto e per i mezzi messi a disposizione durante gli eventi.

Ringrazio tutti i Giudici di Gara che con la loro professionalità e uno straordinario e disinteressato impegno hanno permesso la realizzazione degli scenari di gara e lo svolgimento delle competizioni sempre nella massima sicurezza.

Con Stima

Giuseppe C.

CLASSIFICA QUINTA GARA 4° TROFEO BIRINDELLI 2016