Trofeo Birindelli 2015

PRIMA GARA

Si è conclusa la prima gara sportiva del 3° Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM 2015

La gara di tiro organizzata con FITAV valevole come prima gara di qualificazione per il Campionato Italiano delle FFAA e Corpi dello Stato è stata allestita presso il TAV Le Fornaci di Rocca Massima (LT).

La gara prevista nella specialità Olimpica del Double Trap si è sviluppata su tre serie di quindici doppietti per un totale di novanta piattelli da colpire. 

La gara purtroppo è stata funestata da imprevisti tecnici legati a malfunzionamenti e rotture delle macchine lanciapiattelli che ha costretto a lunghi stop e faticose riparazioni. Tutto lo staff del TAV ospitante, in particolare il sig. Angelo Fontana, si è prodigato nella riparazione e nel ripristino delle macchine da lancio. 

Il lavoro di preparazione alla gara è stato molto intenso, oltre quanto pianificato, tanto da vedere tutti i soci organizzatori impegnati fin dalla giornata di venerdì. Infatti sia il Coordinatore Federale FITAV sig. Santangelo Michele, sia il sig. Fontana Angelo dello staff del TAV, sia il Coordinatore ANAIM sezione Tiro hanno lavorato per la taratura delle macchine lanciatrici secondo quanto previsto dal regolamento FITAV del D.T., e dei phono pull; eseguiti anche lanci di prova dei piattelli su croce di taratura.  

La gara ufficiale è iniziata come previsto dal programma Federale il sabato alle ore 16 con l’estrazione dell’ordine di tiro dei concorrenti, mentre i tiri in gara sono iniziati come previsto la domenica alle ore 9.30. 

Presenti sul campo i Gruppi Sportivi dell’Aeronautica Militare, delle Fiamme Oro, della Polizia Locale e della Croce Rossa Italiana. Molti i tiratori del personale in congedo della Marina Militare, Aeronautica Militare e Esercito

La gara è stata molto impegnativa e combattuta, specie per le difficili e variabili condizioni meteo con nebbia al mattino e temperature che hanno oscillato da +3°C del mattino a +8° C del pomeriggio con una umidità esterna dell’88%. Impeccabile l’organizzazione e gli arbitraggi gestiti da FITAV e ANAIM sezione Tiro, come impeccabile è stato il pranzo organizzato dallo Staff del TAV Le Fornaci. 

Momento importante sono state le premiazioni che sono state fatte sia da ANAIM sezione Tiro che da FITAV con coppe e medaglie.
In apertura di premiazione è stato richiesto un momento di riflessione a tutti i presenti sulla vergognosa e indegna situazione dei nostri due Fucilieri di Marina ancora sequestrati in India. Infine,  ringraziamenti a tutti i partecipanti, è stata consegnata una targa ricordo al Coordinatore FITAV per le FFAA e Corpi Armati dello Stato, Comandante Domenico Lufrano, per gli sforzi profusi.

Classifica finale della 1a gara 3° Trofeo Birindelli - 2015


SECONDA GARA

La seconda gara del Trofeo Birindelli 2015 è stata organizzata l'8 marzo presso il poligono di tiro Dynamic Shooting Club di Napoli situato nel comune di Giugliano (NA).

La competizione, che ha visto un nutrito numero di partecipanti, è stata pensata e organizzata per la disciplina del Tiro Sportivo Multi Arma (TISMA) articolata su cinque prove di tiro dinamico.

Complesso e articolato il lavoro di allestimento del poligono che ha visto i nostri soci organizzatori impegnati, nelle giornate di venerdì e sabato precedenti la gara, in un grande lavoro reso ancor più difficoltoso dalle avverse condizioni meteo; in modo particolare il vento forte che ha decisamente ostacolato la sistemazione delle scenografie nel poligono.


La gara, svolta all'insegna della massima correttezza e sicurezza, si è sviluppata su cinque esercizi ed ha visto i partecipanti impegnati singolarmente e in squadra, con l'impiego delle armi all'aperto e in locali chiusi trappolati, con prove di velocità e precisione su pepper e su sagome nascoste con tiro discriminante bersaglio/ostaggio ed evacuazione di manichino.


Al termine della competizione in un clima di cameratismo che contraddistingue la nostra Associazione, la cerimonia di premiazione con grande soddisfazione di tutti, partecipanti e organizzatori; apprezzamenti anche da parte di personale appartenente ad altre discipline.


TERZA GARA

Domenica 19 Aprile 2015 si è svolta la terza gara sportiva del 3°Trofeo intitolato all’Amm. Gino Birindelli MOVM 2015 .
La gara di tiro sportivo in Ex Ordinanza è stata organizzata presso il poligono di tiro Korral 26 di Ceri ( RM ) e condotta su tre differenti categorie.

Le armi utilizzate e le categorie: la categoria 1 era riservata a fucili Ex Ordinanza a Ripetizione Ordinaria o manuale come ad esempio Mauser, Mod. 91, Carl Gustav, Enfield, Mosin Nagant, Smith – Rubin ecc con l'ausilio delle sole mire metalliche. La categoria 2 comprendeva tutte le armi lunghe Ex Ordinanza a ripetizione Semiautomatica; entravano in questa categoria quindi tutte le Ex Ordinanza e similari a ripetizione semiautomatica come ad esempio : Garant, Winchester M1, FAL, AK47, Dragunov, AR70, M16, M4 ecc anche esse con l'ausilio delle sole mire metalliche. L'ultima categoria la 3a comprendeva tutte le carabine Semiautomatiche camerate in 9 mm e in calibri da arma corta 7,65mm, 40 SW, 45 ACP, come ad esempio la Sites, telai Roni, Jager AP74, CX4, HK MP5 ecc.

Nelle prime due categorie (1 e 2) la gara era prevista sulla distanza di 30 colpi, da sparare in 15 minuti, su tre bersagli posti a distanze di 50-100-150 m. La sequenza di tiro veniva suddivisa in 10 colpi a metri 50 dalla posizione in piedi, 10 colpi a metri 100 dalla posizione in ginocchio e 10 colpi a 150 metri dalla posizione a terra. La sequenza di tiro aveva inizio dalla distanza di metri 50 in piedi. Il bersaglio era costituito da una sagoma in cartone rigido dalle dimensioni di 45x60 cm suddiviso in diverse zone punti dalle dimensioni di 15 cm e una zona di maggior punteggio di grandezza 3x5 cm.

Nella 3a categoria, invece, la gara era prevista in 30 colpi da sparare in 15 minuti, su due bersagli posti alla distanza di 50 e 100 m. La gara prevedeva l'ingaggio dei bersagli con 15 colpi a metri 50 dalla posizione in piedi, 15 colpi a metri 100 dalla posizione in ginocchio. La sequenza di tiro aveva inizio dalla distanza di metri 50 in piedi. Anche in questo caso il bersaglio era costituito da una sagoma in cartone rigido dalle dimensioni di 45x60 cm suddiviso in diverse zone punti dalle dimensioni di 15 cm e una zona di maggior punteggio di grandezza 3x5 cm. 
1800 il totale dei colpi esplosi distrubuiti tra i vari calibri utilizzati, tra cui 30-06 ( .30 M2 ), 308 Winchester, 7,5x55 Swiss, 303 Brit, 7.62x54 R , 7.62x39, 223 Rem, 222 Rem e 9x21 IMI.
Molto faticosa è stata la preparazione del terreno di gara, costituito da un terreno largo metri 100 e profondo metri 200 con una parete verticale in tufo alta 30 metri che fungeva da efficace parapalle. Il terreno nei giorni precedenti la gara è stato completamente bonificato da soci ANAIM e dal socio ANAIM e Presidente UNUCI sez. Ostia Cap. Manini. Tagliata a livello l'erba presente, messo in sicurezza le zone interessate al tiro rimuovendo corpi estranei e pietre che potevano produrre rimbalzi o deviazioni non controllate dei proiettili. Con il socio ANAIM e responsabile del poligono Adam, sono stati realizzati efficaci e robusti porta bersagli; questi sono stati fissati al terreno con angolazioni di tiro diverse in modo da costringere il tiratore a spostare la sua posizione da dx verso sx e poi al centro nell'ingaggio alle diverse distanze. L'angolo di tiro era dal basso verso l'alto, completamente in sicurezza grazie alla parete verticale in tufo. La postazione di tiro, prevista per ospitare cinque tiratori, era sul terreno nudo, lasciato volontariamente allo stato naturale per costringere il tiratore a dover trovare la giusta posizione di tiro, rendendo più difficile e realistica l'azione. 
La gara è iniziata molto presto per l'organizzazione che già alle ore 6.30 erano sul campo per le ultime verifiche, per sistemare i bersagli e allestire la zona tiro . Preparare la segreteria e la zona dove venivano sistemate le armi rigorosamente scariche e con gli otturatori aperti. Preparare un settore ironicamente denominato Baby Park, dove i tiratori in attesa della gara potevano provare la proprie armi o esercitarsi con le armi corte. Gli atleti sono cominciati ad arrivare puntuali già dalle ore 8.00, come da programma, con le registrazioni di rito e la verifica dei documenti personali. La prima batteria di tiro ha iniziato puntuale alle ore 9.00 immediatamente dopo l'arrivo del' ambulanza con il personale sanitario, presente sul campo per ogni evenienza. I tiri sono continuati senza soste fino alle ore 17.30.

La gara si è svolta in una cornice decisamente primaverile, con temperature che hanno oscillato sul poligono tra i 12 e 20 gradi e una UR del' 80% . Il pranzo, previsto, è stato reso possibile grazie alla collaborazione del Sig. Luca Mari che ringrazio pubblicamente. Il sig. Mari si è speso senza sosta davanti i fornelli di un cucinotto da campo e una allettante brace per ben 60 commensali preparando un eccellente pranzo. Il pranzo, costituito da fettuccine fatte in casa al sugo di lepre verace offerto da ANAIM, una brace con salsicce e pancetta offerto dal Poligono, ottimo vino Rosso Piacentino offerto dal Cap. Manini, acqua, bibite e caffè. 
La mascotte, Lorenzo di anni 12, che si è speso con gli organizzatori già dalle prime ore in segreteria con il nostro Socio Stefano per la registrazione e l'inserimento dei dati di gara facendo la spola tra la segreteria e i giudici di gara. 
Il grande A.I. Ivo C., presente tutto il giorno aiutandoci nella gestione dell'evento e effettuando le premiazioni finali che si sono svolte alle ore 18.00.
Ringraziamenti vanno a tutti gli organizzatori del Poligono Korral 26, Adam e Enrico, ma soprattutto a tutti i soci ANAIM che si sono prodigati con serietà e professionalità in questa competizione. Ringrazio pubblicamente i soci ANAIM Massimiliano, Enrico, Stefano, Luigi, Angelo, i Giudici e arbitri di gara Alessandro, Alfredo, Giuseppe, Flavio.
Ringrazio infine tutti gli atleti per la loro adesione a questo evento, la loro correttezza, il sano agonismo e la serietà dimostrata durante lo svolgimento della gara sportiva.

Classifica finale 3a gara 3° Trofeo Birindelli - 2015


QUARTA GARA

Sabato 30 maggio si è svolta la quarta gara sportiva del 3° Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM 2015. La gara di tiro sportivo multi arma TISMA è stata organizzata presso il poligono di tiro Vado la Mola, Bassiano ( LT ) e condotta su cinque esercizi dinamici differenti.
Impegnativo è stato l'allestimento degli esercizi nelle due giornate precedenti la gara dove i soci ANAIM si sono spesi dalle 8 del mattino fino alle 20.00 montando le paratie e provando le sicurezze e gli angoli di tiro dopo aver rimosso corpi estranei e pietre che potevano produrre rimbalzi o deviazioni non controllate dei proiettili. 

La gara è iniziata molto presto per l'organizzazione che già alle ore 6.30 erano sul campo per sistemare i bersagli e le varie trappole previste negli scenari, preparare la segreteria e la zona dove i concorrenti porevano preparasi ed equipaggiarsi in sicurezza. Gli atleti sono cominciati ad arrivare puntuali già dalle ore 8.00, come da programma, con le registrazioni di rito e la verifica dei documenti personali. La prima batteria di tiro è iniziata puntuale alle ore 9.00 immediatamente dopo l'arrivo del' ambulanza attrezzata con il personale sanitario, presente sul campo per ogni evenienza. I tiri sono continuati senza soste fino alle ore 14.30.

Il pranzo,previsto e offerto da ANAIM, è stato reso possibile grazie al Sig. Pietro Di Prospero che ringrazio pubblicamente. Il sig. Pietro si è speso senza sosta davanti i fornelli per ben 60 commensali, tra tiratori, personale della CRI e accompagnatori preparando un eccellente pranzo. Importante è stato il momento conviviale di fine gara, momento di aggregazione dove si è potuto fare il punto sulle dinamiche della gara e su i vari premi che verranno messi a estrazione nella gara conclusiva prevista a Luglio 2015.

Come detto la gara è stata studiata e articolata su cinque scenari dinamici.

Esercizio Alfa Team contro Team ( Pistola e Shot gun ), distanza di ingaggio 20-25 m
Questo è un esercizio a scontro diretto Team/Squadra contro Team/Squadra. L'esercizio viene eseguito dai due membri di ogni team che si sfidano in velocità e precisione. Inizia sempre il Team Leader che parte per primo e utilizza il solo Shotgun. Tutte le armi ( Pistola e Shot gun ) sono scariche, lo shotgun poggiato sul tavolino scarico e con otturatore aperto, mentre la pistola viene tenuta scarica in fondina con opportuna ritenzione. Il caricatore contenente massimo 15 cartucce viene lasciato sul tavolino di fianco allo shot gun mentre le cartucce dello shotgun vengono ritenute dal Tem Leader nella posizione di sua scelta. Allo start Beep i ripettivi Team leader afferrano un estintore a CO2 posizionato alle loro spalle e di corsa effettuano un percorso di andata e ritorno indicato per terra della lunghezza di 50 metri, quindi posano l'estintore nel punto di partenza e corrono al tavolino, dove prendono lo Shot gun, lo caricano con massimo 5 cartucce e ingaggiano abbattendoli i piattini corrispondenti, quindi lasciano lo shot gun sul tavolino con l'otturatore aperto e corrono verso in secondo membro della squadra. Appena il Team leader tocca il compagno, questo afferra l'estintore e effettua il medesimo percorso di andata e ritorno, quindi posa l'estintore nel punto di partenza e corre al tavolino. Raccoglie il caricatore e carica la pistola, quindi ingaggia con 4 colpi minimi ( 3 colpi al box centrale e 1 colpo al box superiore ) i bersagli corrispondenti avendo l'accortezza di non colpire il colore amico. Terminato l'ingaggio di tutte le sagome cartacee abbatte il Pepper che mette fine all'esercizio. Nel caso in cui alcuni piattini non fossero stati abbattuti, prima di ingaggiare i bersagli cartacei il tiratore deveva abbattere i piattini metallici non abbattuti, solo successivamente inizia la sequenza su bersagli cartacei. 


Esercizio Bravo Team contro Team ( Pistola e Shot gun ), distanza di ingaggio 20-25 m
Anche questo esercizio è uno scontro diretto Team/Squadra contro Team/Squadra. In questo esercizio ogni membro del Team sceglie il tipo di arma che desidera utilizzare ( Pistola-Minirifle-Shot Gun ) e sceglie il colore da ingaggiare. Tutti i tiratori partono con le armi scariche e ritenute in condizione 3 e  due caricatori riforniti con massimo 8 colpi ciascuno. I tiratori di ogni squadra si posizionano fianco a fianco a una distanza sufficiente a non ostacolarsi girati con i bersagli posti dietro la schiena. Allo start Beep, si girano verso i bersagli, caricano l'arma e ingaggiano prima tutti i bersagli cartacei di colore assegnato con minimo tre colpi ciascuno ( 2 colpi al box centrale e 1 colpo al box superiore ) , quindi ingaggiano rompendolo il palloncino appeso con un filo posto tra le sagome. Il Team che termina prima l'esercizio rompendo il palloncino pone fine alla sequenza di tiro di tutti i tiratori. In questo esercizio occorreva prestare la massima attenzione a coordinarsi con il compagno di squadra per non danneggiarsi. Colpire il palloncino prima che il compagno avesse terminato la propria sequenza significava penalizzare se stessi e la squadra . Occorreva quindi la massima attenzione e coordinazione tra i membri del team. Il palloncino non colpito assegnava una penalità di 20 secondi, 10 secondi Miss e 10 secondi per bersaglio non neutralizzato. 

Esercizio Charlie  Team contro Team ( Arma libera ) 16 colpi fissi a tiratore
Questo esercizio è uno scontro diretto Team/Squadra contro Team/Squadra. L'esercizio viene eseguito dai due membri di ogni team che si sfidano in velocità e precisione. In questo esercizio ogni membro del Team sceglie il tipo di arma che desidera utilizzare ( Pistola-Minirifle-Shot Gun ) e sceglie il colore da ingaggiare. Tutti i tiratori partono con le armi scariche e ritenute in condizione 3 e  due caricatori riforniti con massimo 8 colpi ciascuno. I tiratori di ogni squadra si posizionano fianco a fianco a una distanza sufficiente a non ostacolarsi girati con i bersagli posti dietro la schiena. Allo start Beep, si girano verso i bersagli, caricano l'arma e ingaggiano il bersaglio di colore assegnato nella sequenza di 5 colpi in piedi, 5 colpi in ginocchio e 5 colpi a terra , quindi dalla posizione a terra ingaggiano rompendolo il palloncino appeso con un filo posto tra le sagome. Il Team che termina prima l'esercizio rompendo il palloncino pone fine alla sequenza di tiro di tutti i tiratori. Anche in questo esdercizio occorreva prestare la massima attenzione a coordinarsi con il compagno di squadra per non danneggiarsi. 

Esercizio DELTA da eseguire in Team ( Arma e colpi liberi ) 21 colpi minimi a tiratore
Questo esercizio è un combat dinamico da fare eseguite in Team/Squadra. L'esercizio viene eseguito dai due membri che compongono il Team e prevede il recupero di un manichino ostaggio realistico del peso di 48 kg. In questo esercizio ogni membro del Team sceglie il tipo di arma che desidera utilizzare ( Pistola-Minirifle-Shot Gun ) e sceglie il colore ( lato dx o sx ) da ingaggiare. Tutti i tiratori partono con le armi cariche e ritenute in condizione 2 e tre caricatori carichi con massimo 15 colpi. I tiratori del team si posizionano fianco a fianco a una distanza sufficiente a non ostacolarsi. Allo start Beep caricano l'arma e ingaggiano sempre mantenendo la copertura il bersaglio di colore assegnato con 2 colpi al box centrale e 1 colpo al box superiore. Bonificato l'intero settore di sua competenza , stando attenti a non attivare le trappole presenti,i due componenti si coordineranno e un membro del team provvederà e recuperare e portare in zona sicura il manichino ostaggio. Nel caso in cui il tiratore decida di utilizzare un arma lunga ( shot gun o Minirifle ) l' eventuale transizione di arma doveva essere effettuata solo ad arma scarica e con otturatore che deve rimanere aperto.


Esercizio Echo da eseguire in Team ( Shot Gun - Pistola ) 18 colpi minimi a tiratore
Questo esercizio è un combat dinamico da fare eseguite in Team/Squadra. L'esercizio viene eseguito dai due membri che compongono il Team e prevede la bonifica di un settore trappolato. In questo esercizio ogni membro del Team parte con la pistola carica in condizione 1 e lo shot gun carico ( massimo 10 cartucce a palla a disposizione in condizione 2 ritenuto con cinta tattica e sceglie il colore ( lato dx o sx ) da ingaggiare. Tutti i tiratori partono con tre caricatori riforniti con massimo 15 colpi per la pistola e 10 colpi a palla per il fucile. I tiratori di ogni squadra si posizionano fianco a fianco a una distanza sufficiente a non ostacolarsi. Allo start Beep caricano l'arma e ingaggiano sempre mantenendo la copertura il bersaglio di colore assegnato con 2 colpi al box centrale e 1 colpo al box superiore. Anche qui, la transizione di arma DEVE essere effettuata solo ad arma scarica e con otturatore che deve rimanere aperto.

Seimila i colpi totali esplosi nei vari calibri 9x21, 223 Rem, 222 Rem, 40 SW e 12 nel corso di tutta la gara.

Presente all'evento l'A.I Sergio Mura sin dalle prime ore della mattina, dove ha potuto conoscere direttamente i molti soci ANAIM presenti all'evento sportivo e apprezzare quel sano cameratismo e agonismo che ci accomuna.

Ringraziamenti vanno a tutti gli organizzatori del Poligono Vadolamola, Daniela, Pietro, Mauro ma soprattutto vanno a tutti i soci ANAIM che si sono prodigati con serietà e professionalità in questa gara. Rinrazio pubblicamente i soci Leonid, Enrico, Stefano, Gianmarco, Angelo e tutti i Giudici e arbitri di gara. Ringrazio infine tutti gli atleti per la loro adesione a questo evento, la loro correttezza, il sano agonismo e la serietà dimostrata durante lo svolgimento della gara sportiva.
Un particolare ringraziamento va al personale della CRI che ci ha sopportato con una straordinaria professionalità per l'intera durata dell'evento, consentendoci di lavorare in tranquillità, sempre attenti e presenti per qualunque evenienza.

Classifica finale 4a gara 3° Trofeo Birindelli - 2015 


QUINTA GARA

Domenica 19 Aprile 2015 i è conclusa la quinta gara sportiva del 3° Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM 2015.
La gara di tiro sportivo in Ex Ordinanza è stata organizzata presso il poligono di tiro Korral 26 di Ceri ( RM ) e condotta su tre scenari dinamici e un percorso a tempo. 

Questa gara è stata dedicata all' A.I. Otello FERRATI e  avuto quale madrina la figlia Daila, presente alla manifestazione già dalle primissime ore. Daila ha potuto conoscere questa realtà sportiva e vivere quel sano agonismo e cameratismo che è proprio di tutti gli atleti che si sono cimentati in questo lungo e faticoso Trofeo. Ha nel corso della gara conosciuto e fraternizzato con i Giudici di Gara impegnati negli arbitraggi e nella gestione della sicurezza dei vari esercizi.

Molto impegnativa come al solito è stata la preparazione del terreno di gara destinato al percorso, costituito da un terreno largo metri 100 e profondo metri 200 con una parete verticale in tufo alta 30 metri che fungeva da efficace parapalle. Il percorso di gara è stato suddiviso il quattro settori, dove gli atleti erano chiamati ad ingaggiare bersagli diversi con armi diverse a distanze variabili da 10 a 120 m per uno sviluppo totale di circa 380 metri da percorrere di corsa in salita. Il terreno nei giorni precedenti la gara è stato completamente bonificato da soci ANAIM impegnati come giudici di campo. Tagliata a livello l'erba presente, messo in sicurezza le zone interessate al tiro rimuovendo corpi estranei e pietre che potevano produrre rimbalzi o deviazioni non controllate dei proiettili. Rimossi tutti i corpi estranei che potevano produrre tagli e abrasioni nei settori interessati al passaggio a terra degli atleti e segnatati i vari dislivelli per prevenire distorsioni o cadute accidentali. L'angolo di tiro era sempre in sicurezza e rivolto verso l'efficace parete verticale in tufo.

Il percorso, completamente segnalato e delimitato, iniziava con l'attraversamento di una zona semi allagata che portava verso i primi scenari in Alfa e Bravo. Risolti i primi scenari si procedeva verso Charlie e Delta che concludevano il percorso. Tutti gli esercizi sono stati ragionati in modo da contrapporre i vari componenti delle squadre che si sono sfidati non solo in velocità e precisione ma anche in resistenza fisica e prevedevano diversi bonus premio in secondi nei vari esercizi.

La gara
E' iniziata molto presto per l'organizzazione che già alle ore 6.30 era sul campo per le ultime verifiche, per sistemare i bersagli e allestire la zona tiro e per preparare la segreteria e la zona dove i tiratori si condizionavano prima della gara. Gli atleti sono cominciati ad arrivare puntuali già dalle ore 8.00, come da programma, con le registrazioni di rito e la verifica dei documenti personali.

La prima batteria di tiro ha iniziato puntuale alle ore 8.30 immediatamente dopo l'arrivo del' ambulanza con il personale sanitario, presente sul campo per ogni evenienza. I tiri sono continuati senza soste fino alle ore 13.40.
La competizione si è svolta in una cornice decisamente estiva, con temperature che hanno oscillato sul poligono tra i 18 e 30 gradi e una UR del' 680% . Il pranzo, previsto, è stato reso possibile grazie alla collaborazione del Sig. Luca Mari e dal nostro socio Adam Bourne che ringraziamo pubblicamente. Il sig. Mari e Adam si sono spesi senza sosta davanti i fornelli preparando l'allettante e copiosa brace per ben 50 commensali preparando un eccellente e abbondante pranzo. Il pranzo, costituito da una intrigante Amatriciana, una brace con salsicce e pancetta , ottimo vino Nero locale, insalata, acqua, bibite e caffè.

La mascotte, Lorenzo di anni 12, si è speso con gli organizzatori già dalle prime ore in segreteria con il nostro Socio Stefano per la registrazione e l'inserimento dei dati di gara facendo la spola tra la segreteria e i giudici di gara e infine verso la cucina. 

Infine le premiazioni, presenziata dalla madrina dell'evento Daila Ferrati, la quale dopo aver ricevuto una targa ricordo offerta da tutti i presenti ha premiato singolarmente tutti i primi classificati. Ringraziamenti vanno a tutti gli organizzatori del Poligono Korral 26, Adam, Enrico, Luca, ma soprattutto vanno a tutti i soci ANAIM che si sono prodigati con serietà e professionalità in questa gara. Ringraziamenti pubblici vanno ai soci Massimiliano, Enrico, Stefano, Alfredo, Angelo, Flavio, Alessandro, Fabio, Leonid, ai Giudici e Arbitri di gara Alessandro, Alfredo, Giuseppe, Flavio, Massimiliano, Enrico e i due Fabietti.
Ringraziamo infine tutti gli atleti per la loro adesione a questo evento, la loro correttezza, il vero cameratismo, il sano agonismo e la serietà dimostrata durante lo svolgimento della gara sportiva.

Classifica finale 5a gara 3° Trofeo Birindelli - 2015


SESTA GARA

Con la sesta gara di tiro sportivo si è concluso il 3° Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM.
La gara, svoltasi sabato 11 luglio 2015, è stata organizzata presso il poligono di tiro ATDS Vado La Mola di Bassiano ( LT ), ed è stata organizzata su discipline di tiro di precisione su bersagli a distanze diverse.
Tre le categorie tra cui gli atleti potevano cimentarsi.

Categoria Sniper con l'impiego di carabine in calibro 22LR su tre distanze ( metri  50-100-150 ):
35 colpi a disposizione dei tiratori i quali dovevano ingaggiare un bersaglio UITS nella specialità CLT a 50 mt e successivamente due bersagli UITS specialità PS posti alla distanza di 100 mt e 150 mt in un tempo massimo di 30 minuti. Il concorrente, prima dell’inizio della gara, doveva dichiarare a quale distanza intendeva effettuare i 5 colpi di prova previsti; egli aveva libera scelta nel tipo di ottica, ingrandimento, eventuale mira metallica e munizione da impiegare. L’unico limite era indicato nell’appoggio dell’arma che doveva avvenire mediante bipiede o zaino tattico anteriore. Qualsiasi altro tipo di appoggio era vietato, cosi come non erano consentite cinte da tiro e attrezzatura tecnica UITS dedicata al tiro con carabina.

Categoria Semiautomatico sulla distanza di mt 100:
20 i colpi a disposizione dei tiratori, da sparare in un tempo massimo di 20 minuti. Gli atleti potevano utilizzare armi semiautomatiche dal calibro 9x21 al 300WM corredate delle sole mire metalliche di serie dell’arma.
Il tiratore doveva sparare dalla posizione seduta con arma imbracciata e non poteva utilizzare ne appoggi anteriori ne posteriori.
Erano altresì vietate cinte da tiro e qualsivoglia sistema di puntamento optronico.
In questa categoria i 5 colpi con peggiore punteggio sono stati considerati quali colpi di prova ed esclusi pertanto dal conteggio.

Categoria B.A grosso calibro sulla distanza di 150 mt:
12 colpi ia disposizione dei tiratori da sparare in un tempo massimo di 20 minuti. In questa categoria i tiratori potevano utilizzare solo carabine B.A ( ripetizione manuale ) nei calibri compresi tra il 222  e il  338LM con caricatore contenente un massimo di 5 colpi (era consentito caricare manualmente un solo colpo alla volta ). Erano consentite tutte le armi B.A EX Ordinanza aventi ottica originale non modificata.
Il tiratore doveva sparare nella posizione da seduto ed aveva libera scelta nel tipo ingrandimento e  munizione da utilizzare, mentre poteva appoggiare l’arma anteriormente utilizzando esclusivamente il bipede o lo zaino tattico (non erano consentiti altri tipi di appoggio). Una volta iniziato il tiro non era più possibile modificare o interrompere l’esecuzione (pertanto non è stato più possibile modificare appoggi, ottica, munizioni, arma e quanto altro egli aveva scelto prima dell'inizio del tiro). Vietato l'uso di appoggi posteriori, giacche da tiro o attrezzatura UITS specifica per il tiro agonistico.

La gara è iniziata puntale come da programma dopo l’arrivo dell’ambulanza messa a disposizione dalla CRI sede di Latina, in una cornice decisamente estiva con una temperatura esterna di 33 gradi e UR 45%. Buona l’affluenza dei tiratori che si sono confrontati durante tutta la manifestazione con sano rispetto e agonismo.
Verso le ore 13 la gara è stata interrotta per consentire l’estrazione dei premi messi in palio da ANAIM grazie alle entrate delle gare effettuate durante tutto il trofeo. L’estrazione ha visto ridistribuire un montepremi di circa 2.000 euro in attrezzature, armi e magliette ricordo fatte fare appositamente per la chiusura del Trofeo Birindelli 2015.
Quindi il momento conviviale con il consueto pranzo offerto da ANAIM a tutti i tiratori iscritti alla gara.
Dopo il pranzo la sessione pomeridiana di tiri conclusivi a chiusura della manifestazione sportiva, quindi le premiazioni dei primi tre classificati per ogni categoria e specialità e per i primi classificati tra i Militari. agli Istruttori del Trofeo 2015 la consegna di un piatto inciso.

Il Trofeo si è dunque ufficialmente concluso con la cena di sabato 18 Luglio, organizzata presso il Club Tav Le Fornati a Roccamassima, dove tutti gli atleti con le proprie famiglie hanno condiviso un momento aggregativo importante e gettato le basi per le iniziative future che ci vedranno protagonisti nei prossimi mesi.

Ringraziamenti per la bella riuscita del Trofeo Birindelli 2015 vanno alla nostra Associazione d'Arma, al Presidente, alla Segreteria, a tutto il CDN e al Web Master per il supporto che ci è stato dato in questo lunga competizione. Ringraziamenti vanno anche a tutte le strutture che ci hanno supportato, il poligono di tiro TAV Le Fornaci, il poligono di Tiro ASCN di Napoli, il poligono di tiro Vado la Mola di Bassiano e il Korral 26 di Ceri ( RM ), alla CRI di Latina e di Roma che ci ha supportato con professionalità e competenza in tutte le gare in programma ed ultimi ma non ultimi, a tutti gli Atleti e Tiratori che hanno, con la loro partecipazione e il loro sano agonismo, reso possibile lo sviluppo e lo svolgimento in sicurezza del Trofeo Birindelli 2015.

Classifica finale 6a gara 3° Trofeo Birindelli - 2015