Poligoni convenzionati

Trofeo Birindelli 2014, resoconto delle attività gara per gara

PRIMA GARA

Partiamo dunque nel 2014 con la prima gara di Tiro a Volo, gara ampiamente voluta e che fa seguito a una precedente esperienza con la gara di solidarietà organizzata nell’estate scorsa. 

La gara si è svolta sotto la bellissima cornice primaverile del TAV Le Fornaci di Roccamassima (LT), in un clima di sano agonismo. Due le discipline di tiro dove i partecipanti si sono confrontati. La Fossa Olimpica e il Compak Sporting – Percorso, entrambi sulla distanza dei 50 piattelli. 

Partenza alle 9.30 circa con le prime batterie di tiratori e termine alle 16.30 con gli ultimi tiri le premiazioni. 

Un grazie speciale va rivolto al Presidente, i gestori del TAV le Fornaci, al rappresentante FITAV Michele Santangelo, agli arbitri che si sono spesi affinché questa manifestazione riuscisse al meglio dando un fattivo e fondamentale aiuto. 

Graditissimo è stato l’incontro e la partecipazione all’evento del Coordinatore per la FFAA della FITAV C.te Domenico Lufrano che ha assistito per l’intera giornata alla prima gara del Trofeo Birindelli 2014. 

Superlativo il pranzo organizzato dal TAV le Fornaci, con una strepitosa (mi si passi il termine) carne alla brace e antipasti di montagna davvero di prima qualità. Insomma una stupenda giornata passata sotto la più sincera cordialità e correttezza agonistica. 

Hanno aderito alla manifestazione Sportivi provenienti dalla FITAV, dalle G.S Fiamme Oro, dall’Associzione Venatoria ANUU di Velletri e dal gruppo sportivo Menarini Ricerche Farmaceutici

Per i Militari hanno partecipato i soci ANAIM, Aeronautica Militare, Arma dei Carabinieri, Reggimento Corazzieri, Esercito Italiano e il Corpo di Polizia Locale di Pomezia.

Classifica finale della 1a gara 2° Trofeo Birindelli – 2014


SECONDA GARA

Giornata stupenda, resa ancora più suggestiva dall’aspetto e dalle temperature primaverili che hanno fatto da cornice a questa seconda gara.

La seconda gara è stata concepita come Tactical Pistol ed è stata disputata con la sola arma corta su quattro esercizi dinamici (Alpha, Bravo, Charlie, Delta) di cui un percorso tattico.  

Il primo esercizio (Alpha) è stato concepito su uno stage aperto dove il tiratore doveva muoversi mantenendo le varie coperture e ingaggiare diversi bersagli multicolore posizionati a distanze diverse, avendo l’accortezza di non colpire ne colori amici ne colori ostaggio. 

Il secondo esercizio (Bravo) è stato sviluppato su uno stage chiuso riproducente una mini Killing House dove il tiratore in squadra (coppia) si doveva muovere facendo attenzione a non attivare le varie trappole posizionate all’interno, e ingaggiare i bersagli nascosti in punti diversi. 

Nel terzo esercizio (Charlie) ci si doveva muovere in uno stage all’aperto dove il tiratore in copertura doveva ingaggiare diversi bersagli multicolore, un bersaglio in movimento su rotaia, tre bersagli ostaggiati ad apertura improvvisa. Il tutto senza colpire bersagli di colore amico o ostaggio. 

Infine, il quarto esercizio, l’ultimo (Delta), prevedeva un percorso tattico dove il tiratore in squadra (coppia) doveva muoversi e colpire diversi bersagli mimetizzati tra la vegetazione e una serie di bersagli multi colore. Lungo il percorso doveva fare attenzione alle diverse trappole disseminate e ad alcuni bersagli di colore amico o ad apertura improvvisa. 

Le distanze di ingaggio per tutti gli esercizi sono state comprese tra 5 e 25 metri. I colpi minimi necessari erano di 96 colpi a tiratore, anche se quasi tutti i tiratori per completare gli esercizi hanno utilizzato tra i 120 e i 150 colpi ciascuno.

Al termine della gara ANAIM ha offerto il pranzo a tutti i tiratori con una magistrale carne alla brace cotta dal nostro amico Fabio del Korral 26 e un fantastico dolce preparato delle amiche Antonella e Caterina. 

In chiusura, dopo la “mangiatina” e le premiazioni di rito, l’A.I Ivo C., che ha partecipato attivamente coordinando i vari istruttori presenti sulle linee di tiro,  ha salutato tutti i partecipanti con un bellissimo discorso.

Classifica finale della 2a gara 2° Trofeo Birindelli – 2014


TERZA GARA

Si è conclusa la terza gara del Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM 2014. 

La gara di tiro è stata svolta presso il poligono ATDS Vadolamola sito a Bassiano (Lt) con cui ANAIM è convenzionato. La gara è stata condotta e sviluppata su cinque esercizi dinamici in modalità di tiro multi arma dove sono state utilizzate diverse armi di diverso calibro. 

Sono stati utilizzati delle carabine di precisione con ottica, dei Shot-gun in calibro 12, dei mini rifle in 9mm e 223 Rem e delle armi corte nei calibri 9mm, 40 SW e 45 ACP. 

Trentasei partecipanti, diciassette squadre iscritte per oltre 4000 cartucce esplose in totale. 

Tutti gli esercizi molto tecnici e impegnativi hanno portato i concorrenti a passaggi rapidi su percorsi ben trappolati con allarmi a pressione o a strappo su filo trasparente in nailon. 

La gara è iniziata alle ore 9.00 con i Breafing dettagliati su i vari esercizi, con una interruzione dalle ore 14.00 alle 15.20 per il pranzo offerto da ANAIM a tutti i concorrenti,  costituito da Penne al ragù, bistecchina di carne, insalata, acqua e caffè. Si è ripreso con la gara alle ore 15.40 con termine alle ore 18.00 circa. Quindi la premiazione e la bonifica degli stage da bossoli e materiale utilizzato. 

La gara ha visto un meteo incerto, con alternanza di piovaschi e sole che ha reso ancora più impegnativa la competizione sportiva. Ottimi i giudici di gara  nella gestione di una competizione sportiva così complessa, riuscendo a garantire il massimo della sicurezza e del divertimento. Una sola nota dolente, costituita dalla squalifica di un concorrente per una grave infrazione al regolamento TISMA, squalifica che è stata accettata di buon grado e che spronerà il tiratore a migliorarsi e a essere più competitivo nella prossima manifestazione sportiva. 

Ringrazio tutti coloro che hanno permesso questa realtà sportiva di tiro autorizzando il Trofeo Birindelli 2014, la Presidenza, la Segreteria, il CDN ANAIM, tutti i giudici di gara che hanno fattivamente montato gli scenari e ne hanno gestito la sicurezza con professionalità e umiltà cercando di aiutare tutti i tiratori in ugual modo , e ringrazio tutti i tiratori che hanno partecipato all’evento e che con il loro contributo e la loro amicizia ci permetteranno di crescere e di migliorarci sempre di più.

Classifica finale della 3a gara 2° Trofeo Birindelli – 2014


QUARTA GARA

La quarta gara è stata concepita come Tiro Multi arma ed è stata disputata con l’utilizzo di quattro diverse tipologie di armi su quattro esercizi dinamici (Alpha, Bravo, Charlie, Delta) di cui un percorso tattico sviluppato su una distanza di circa 500 metri in salita. 

Accurata e approfondita è stata l’istruzione di sicurezza iniziale fatta dai giudici di gara nei vari esercizi. 

L’esercizio “Alpha” era un esercizio tecnico concepito su uno stage aperto dove il tiratore doveva muoversi mantenendo le varie coperture e ingaggiare diversi bersagli posizionati a distanze diverse utilizzando di volta in volta la sola mano DX e la sola mano SX, avendo l’accortezza di non colpire ne colori amici ne colori ostaggio. 

L’esercizio “Bravo” era stato concepito su uno stage chiuso riproducente una mini Killing House dove il tiratore si doveva muovere facendo attenzione a non attivare le varie trappole posizionate all’interno, e ingaggiare i bersagli nascosti in punti diversi; questo esercizio era completamente a sorpresa e nelle istruzioni iniziali si procedeva a indicare il solo numero di bersagli da colpire.

L’esercizio “Charlie” era stato concepito su uno stage all’aperto dove i tiratori in coppia iniziavano l’esercizio partendo da dentro un veicolo. Quindi dopo aver ingaggiato i primi bersagli, dovevano scendere simultaneamente dal veicolo e muoversi in coppia lungo un percorso articolato. Sempre in copertura dovevano ingaggiare diversi bersagli multicolore tutti con sagome No Shoot che ne rendevano difficile il tiro, obbligando i tiratori a scegliere le opportune angolazioni di tiro. Il tutto senza colpire bersagli di colore amico o ostaggio.

L’ultimo esercizio, il “Delta”, era su un percorso tattico di circa 500 m dove i tiratori in coppia dovevano muoversi e colpire diversi bersagli mimetizzati tra la vegetazione e una serie di bersagli multi colore. In questo esercizio i tiratori partivano con tutto l’equipaggiamento indossato su un giubbotto tattico rifornito di tutte le munizioni necessarie all’esercizio con un peso a pieno carico che oscillava tra i 10 e i 15 kg. Il percorso è stato suddiviso in tre settori, il primo dove i tiratori dovevano abbattere dei bersagli metallici con l’uso dello Shot-Gun, quindi rapidamente dovevano raggiungere la postazione Rifle distante circa 30 metri dove erano posizionate due carabine di precisione con ottica. Con i rifle dovevano colpire con un colpo ciascuno dei bersagli posti a circa 150-160 metri. 

Quindi lasciati i rifle scarichi e con otturatore aperto dovevano affrontare il secondo settore fatto di due reticolati artificiali, un muro artificiale da scavalcare e un percorso completamente trappolato. Durante il movimento in questo settore i tiratori dovevano colpire con il minirifle diversi bersagli disposti a distanze comprese tra i 50 e 80 metri, quindi portarsi verso il terzo e ultimo settore. 

Nel terzo settore i tiratori trovavano un muro artificiale da dove ingaggiare bersagli nascosti a circa 30 metri, quindi terminati i colpi del minirifle eseguivano la transizione di arma ritenendo con cinta tattica il minirifle e presa la pistola in movimento ingaggiavano gli ultimi bersagli posizionati e distanze comprese tra i 15 e i 25 metri. 

In tutto l’esercizio la coppia doveva muoversi avendo l’accortezza di coprirsi in caso di inceppamenti e cambi caricatori. Tutti i cambi di caricatore e di transizione di arma dovevano essere eseguite ritenendo i vari caricatori vuoti. 

Nel caso di squalifica di uno dei due tiratori (perdita di carico o non conforme alla sicurezza) il secondo titatore della coppia doveva comunque terminare tutto l’esercizio ingaggiando tutti i bersagli, compresi quelli destinati al suo compagno di squadra. I colpi minimi necessari erano di 120 colpi a tiratore, anche se tutti i tiratori hanno utilizzato per completare tutti gli esercizi tra i 160 e i 200 colpi ciascuno.

Al termine della gara ANAIM ha offerto il pranzo a tutti i tiratori con una intrigante Papperdella al sugo di Lepre preparata dai nostri soci e un ottimo dolce preparato delle amiche Antonella e Caterina . Dopo la “mangiatina” le premiazioni finali con l’arrivederci alla prossima gara e alle giornate di allenamento che verranno previste a Giugno e Luglio. 

Classifica finale della 4a gara 2° Trofeo Birindelli – 2014


QUINTA GARA

Sabato 5 Luglio 2014, presso il poligono ATDS Vadolamola (LT) si è tenuta la gara conclusiva del 2° Trofeo Ammiraglio Gino Birindelli MOVM

La gara sportiva di tiro è stata organizzata su tre categorie differenti. 

La categoria 1 era dedicata a sole armi calibro 22 L.R su tre distanze diverse, 50-100-150 metri. Erano previsti 35 colpi a tiratore suddivisi in 5 colpi di prova e 30 colpi di gara da sparare in 30 minuti massimo, con l’ausilio di ottiche di precisione a ingrandimento libero. Il tiratore poteva utilizzare il solo appoggio anteriore costituito da zaino tattico o bipiede. Non erano consentiti appoggi posteriori, rest, giacche da tiro e attrezzatura dedicata al tiro di precisione.

La categoria 2 era dedicata alle sole armi semiautomatiche di calibro minimo in 222 Rem su un bersaglio posto a 100 metri. Erano previsti 20 colpi a tiratore suddivisi in 5 colpi di prova e 15 colpi di gara da sparare in 20 minuti massimo, con l’ausilio delle sole mire metalliche e senza l’ausilio di uno Spotter. Non erano consentiti appoggi, rest, giacche da tiro e attrezzatura dedicata al tiro di precisione, il tiratore sparava dalla posizione seduta con arma imbracciata.

La categoria 3 era dedicata a sole armi Bolt Action di calibro minimo in 222 Rem su un bersaglio posto a 150 metri costituito da un barilotto di 13 cm di larghezza. Erano previsti 12 colpi a tiratore suddivisi in 3 colpi di prova e 9 colpi di gara da sparare in 20 minuti massimo, con l’ausilio di ottiche di precisione a ingrandimento libero. Il tiratore poteva utilizzare il solo appoggio anteriore costituito da zaino tattico o bipiede. Non erano consentiti appoggi posteriori, rest, giacche da tiro e attrezzatura dedicata al tiro di precisione. 

Tutta la gara è stata molto impegnativa e combattuta, ha visto i tiratori, molti dei quali provenienti dalle FFAA e FFOO tra cui Marina Militare – Aeronautica Militare – Guardia di Finanza – Polizia di Stato e Vigili del Fuoco, impegnati a confrontarsi per ore sotto un caldo torrido che ci ha accompagnato già dalle prime ore della gara.

Alle ore 14, l’interruzione per la pausa pranzo presso il punto ristoro del poligono, offerta a tutti da ANAIM dove ha visto circa quaranta commensali confrontarsi con una ottima pasta al ragù di carne e delle ottime cotolette accompagnate da insalata mista. Per il pranzo è doveroso un ringraziamento particolare al Presidente del poligono Vadolamola, Sig. Pietro Di Prospero che ha cucinato per tutti in modo veramente eccellente. 

Dopo il pranzo si è proceduto alle ultime batterie di tiro nel primo pomeriggio, quindi alla stesura delle classifiche finali per singola categoria.

Al termine della gara sono state lette le classifiche finali e premiati i tiratori fino al 5° classificato, quindi la premiazione dei vincitori del Trofeo Birindelli 2014 suddivisi nelle categorie Militari, Sportivi e Istruttori. 

Al termine della premiazione si è passata alla fase conclusiva con l’estrazione finale dei premi messi in palio da ANAIM sezione Tiro costituiti da:

  • un Fucile a pompa calibro 12
  • una Pistola Tanfoglio in calibro 9×21
  • una Carabina di precisione Marlin XS7
  • due Buoni gratuiti per il Trofeo Birindelli 2015
  • due Presse complete di Dies di ricarica
  • un Dosatore per polvere

quindi all’estrazione dei premi offerti dall’armeria Rinaldis costituiti da cuffie elettroniche e altra attrezzatura da tiro e dalla Ditta Target Bulletts di Gianluca Biancucci che ha messo a disposizione circa 6000 palle per ricarica in diversi calibri.

Un doveroso ringraziamento va anche agli altri sponsor di questo Trofeo, come l’armeria Patria Giorgio e l’armeria M&G che ci hanno supportato per tutta la durata del trofeo con la fornitura di materiali e attrezzatura.

Bilancio molto positivo per questo secondo trofeo che ha visto nuovi tiratori confrontarsi agonisticamente in contesti di gara sempre nuovi e complessi.

Infine un ringraziamento sentito alla Presidenza, alla Segreteria e al CDN della nostra Associazione di Arma ANAIM che ci ha permesso di realizzare una così bella realtà sportiva e un così bel Trofeo. 

Classifica finale della 5a gara 2° Trofeo Birindelli – 2014


CLASSIFICA FINALE 2° TROFEO BIRINDELLI

I vincitori del 2° Trofeo Birindelli, anno 2014 sono:

Giuseppe C. categoria I, che ha totalizzato un punteggio finale di 29 punti

Filippo C. categoria M, che ha totalizzato un punteggio finale di 24 punti

Enrico A. categoria S, che ha totalizzato un punteggio finale di 25 punti

 Visualizza i punteggi di ogni singola gara e complessivi del 2° Trofeo Birindelli – 2014