RADUNO NAZIONALE INCURSORI 2016 – UN SUCCESSO

RADUNO NAZIONALE INCURSORI 2016 – UNA BELLISSIMA GIORNATA.

Infine è arrivato, con il suo carico di aspettative, voluto con tutte le energie e con l’impegno di coloro che lo hanno tenacemente organizzato.
Possiamo tranquillamente affermare che il Raduno Nazionale Incursori 2016 è stato un successo.
E’ stata un successo l’interessantissima conferenza del Dott. Ruberti sulla fine dello Scirè; è stato un successo di abbracci e strette di mano tra i tanti Incursori intervenuti da tutta Italia molti dei quali accompagnati dalle proprie consorti.

Alla presenza dell’Ammiraglio di Divisione Roberto Camerini, Comandante Marittimo Nord (MARINA NORD), la conferenza tenuta presso la sala del Circolo Sottufficiali di La Spezia venerdì 20  ha tenuto tutti con il fiato sospeso. Grazie alla minuziosa ricerca svolta dal Dott. Fabio Ruberti, Presidente della IANTD EXPEDITIONS, e dal suo team di esperti, sia sul fondo del mare sia tra i polverosi archivi di stato,  è stato possibile ricostruire passo dopo passo la tragica fine del più famoso battello al servizio della DECIMA MAS nella seconda Guerra Mondiale, il sommergibile SCIRE’. Di notevole interesse anche le foto scattate sul relitto e la ricostruzione in 3D di ciò che rimane del scafo del sommergibile. Insomma una interessantissima conferenza che ha avuto tra l’altro il pregio di stabilire con certezza, documenti originali alla mano, che lo Sciré è andato incontro al suo tragico destino grazie alla precisa decrittazione delle comunicazioni italiane da parte degli inglesi. Un vero agguato!!

Il Raduno 2016 si è aperto sabato 21 con la deposizione di una corona presso il restaurato Tempio della Madonnina, monumento dedicato alla memoria dei caduti della Decima Flottiglia MAS e presso l’antica Chiesetta del Varignano ove si ricordano tutti i caduti del dopoguerra, seguita dalla Santa Messa celebrata da Monsignor Antonio Vigo che nella sua omelia non ha esitato a definire il piazzale del Varignano “la più bella chiesa del mondo”.

Successivamente, come da programma, una visita alla sala storica e alla mostra armi ed equipaggiamenti esposti nella Sala Bergaglio hanno fatto da preludio al pranzo conviviale che si è tenuto sul Torrione, splendida ed esclusiva terrazza sul mare, dove tra canti ed esultanze collettive il Raduno Nazionale 2016 ha chiuso i battenti.

 

Riportiamo di seguito il comunicato stampa nr. 11 rilasciato dal Nucleo Pubblica Informazione di COMSUBIN il 23.05.2016:

MARINA MILITARE: L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARDITI INCURSORI DI MARINA HA RESTAURATO LA CAPPELLA DELLA MADONNINA, IL MONUMENTO DEDICATO AI CADUTI DEI MEZZI D’ASSALTO

L’Associazione Nazionale Arditi Incursori di Marina (ANAIM) ha presentato i lavori di restauro del tempio della Madonnina, il monumento dedicato ai caduti dei Mezzi d’Assalto della II guerra mondiale, durante il raduno biennale avvenuto a COMSUBIN il 21 maggio 2016. I lavori di restauro, offerti dall’ANAIM, hanno permesso l’esecuzione di un completo intervento conservativo dell’antico tempietto e rappresentano un altro esempio di interazione fattiva tra i marinai in servizio e quelli in quiescenza. Il monumento restaurato è ciò che rimane del pulpito di una antica chiesetta dal quale, durante il periodo in cui il promontorio del Varignano era adibito a Lazzaretto, i sacerdoti predicavano agli equipaggi in attesa di sbarcare per sottoporsi alla prevista quarantena, necessaria per entrare nel porto di Genova. Il raduno ha visto incontrarsi Incursori di diverse generazioni che si sono formati e addestrati a COMSUBIN per operare in tutte le missioni, in Italia e all’estero, nelle quali sono state impiegate le nostre Forze Armate. Attraverso la deposizione di due corone in memoria di coloro che hanno offerto  la loro vita per la Patria e la celebrazione della Santa Messa nel piazzale del Varignano, il raduno ha permesso di corroborare lo spirito di corpo e le più alte tradizioni che caratterizzano questa gloriosa categoria della Marina Militare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

TERZA GARA TROFEO BIRINDELLI 2016

Si è conclusa la terza gara sportiva del 4° Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM 

Domenica 15 Maggio 2016 si è svolta la terza gara sportiva del 4° Trofeo intitolato all’Ammiraglio Gino Birindelli MOVM.
La gara di tiro sportivo è stata organizzata presso il poligono di tiro Korral 26 di Ceri ( RM ).  La competizione, pensata per la disciplina del Tiro Sportivo Multi Arma ( TISMA ),  è stata sviluppata su una architettura di quatto prove dinamiche di tiro e una prova nello scenario di tiro interattivo. Nello scenario di tiro interattivo l’atleta si trovava di fronte a delle immagini proiettate che l’atleta doveva ingaggiare di volta in volta in tempi brevissimi.

Impegnativo è stato il lavoro di montaggio degli scenari, svolto da soci ANAIM nella giornata di sabato precedente la gara, anche a causa delle avverse condizioni meteo caratterizzate da una pioggia incessante.

Questa edizione di gara ha visto competere squadre formate da tre atleti, i quali in perfetta sinergia dovevano risolvere diversi esercizi dinamici che hanno richiesto una certa fisicità. Corsa, superamento di ostacoli, step dinamici e il nostro “Temistocle” hanno messo a dura prova tutti i concorrenti.
Anche il terreno di gara, reso viscido dalle abbondanti piogge, non ha aiutato i concorrenti nella risoluzione degli esercizi. Discreta l’affluenza alla gara, con grande interesse da parte di molti tiratori di altre discipline sportive.

Eccellente, come sempre, è stata la condotta della gara da parte dei giudici arbitri che si sono concentrati non solo sulla sicurezza ma anche sulla corretta esecuzione delle procedure.

Come sempre anche il pranzo, completo, offerto gratuitamente a tutti i concorrenti da ANAIM, è stato eccellente con un ricco primo piatto e una strepitosa porchetta fresca come secondo.

Momento importante è stata la premiazione degli atleti che sono stati premiati sia come classifica personale che di squadra con il consueto cameratismo che accomuna tutti in queste competizioni sportive.

Presente alla manifestazione il nostro Ivo, verso il quale tutti i GdG hanno un attaccamento particolare, che ha potuto apprezzare le novità di questa edizione del Birindelli 2016 vedendo e valutando direttamente le dinamiche di gara.

In questa gara, purtroppo, non sono state fatte fotografie perché il nostro fotografo Angeletto, il Doc per il gruppo, è stato colpito da una influenza improvvisa.

Il Responsabile della Sezione Tiro ANAIM Giuseppe C.

Classifica finale 3a Gara 4° Trofeo Birindelli – 2016

L’ORCOLAT DOPO 40 ANNI: I FRIULANI DI BUJA RICORDANO

L'orcolat colpisce il Friuli

Era il 6  maggio del 1976 quando le italiane terre del Friuli furono colpite da un terribile potentissimo terremoto che devastò completamente interi paesi e provocò la morte di centinaia di persone.

A fronteggiare quella emergenza furono chiamati anche gli uomini del GOI che intervennero prontamente per portare aiuto alla popolazione friulana di Buja, installando un ospedale da campo ed una mensa per i numerosi sfollati. Numerosi e generosi furono anche gli interventi dei nostri Incursori, 111 furono quelli impegnati nell'emergenza, per recuperare tra le macerie delle case pericolanti pesantemente lesionate o abbattute dall'orcolat, le suppellettili e gli oggetti più preziosi di quella povera gente .

MEDAGLIA D'ORO AL VALOR CIVILE concessa alla città di BUJA

In occasione di un disastroso terremoto, con grande dignità, spirito di sacrificio ed impegno civile, affrontava la difficile opera di ricostruzione del tessuto abitativo, nonché della rinascita del proprio futuro sociale, morale ed economico. Splendido esempio di valore civico e d'alto senso del dovere, meritevole dell'ammirazione e della riconoscenza della Nazione tutta.

 

Rai Storia: 6 maggio 1976. Terremoto in Friuli

Il documentario - firmato da Antonia Pillosio- è costruito sulla base di spunti inediti suggeriti in momenti diversi dal Commissario Straordinario Giuseppe Zamberletti, che ha condiviso con la comunità friulana quei tragici momenti e ci aiuta a comprendere meglio questo terremoto che ha segnato la storia moderna del Friuli.

Mille morti, tra maggio e settembre del 1976, un arco di tempo durante il quale le scosse sono state centinaia, centomila i senzatetto, migliaia le case , le chiese, le aziende distrutte in un attimo.

Si commemora non solo la morte e la distruzione, ma sopratutto si ricorda l’impresa straordinaria compiuta dai friulani che, dopo il sisma del ’76, sono riusciti a rimettere in piedi le loro case distrutte dalle scosse diventando protagonisti di una esemplare opera di ricostruzione riconosciuta come “Modello Friuli”.

Tra gli intervistati: l’allora Sindaco di Gemona Ivano Benvenuti; Paolo Medeossi, cronista del Messaggero Veneto; Mons. Sergio Di Giusto e Salvatore Varisco, Assessore Regionale alla ricostruzione nel 1976.

Terremoto nel Friuli 197640 anni dopo la popolazione di Buja, con in testa il loro Sindaco, ha voluto ricordare quelle terribili giornate con una serie di manifestazioni, alcune delle quali hanno coinvolto gli incursori che all'epoca intervennero in loro aiuto.

Proiezione di filmati, interventi delle autorità presenti ed anche la presentazione del libro che la città ha dedicato al ricordo di quegli ormai lontani eventi, libro che vede anche il contributo dei nostri incursori sotto forma di brevi articoli frutto della memoria.

E' con molta emozione che una rappresentanza di quei baschi verdi, tutti ormai in congedo,  ha risposto alla chiamata del Sindaco di Buja. I ricordi di ognuno sono riemersi prepotentemente dal cassetto della memoria nella quale erano stati riposti e qualche lacrima è affiorata agli occhi di tutti i presenti nei momenti più commoventi, come quando una signora si è avvicinata ai nostri ed indicando il basco verde che indossavano in testa gli ha detto: io le vostre facce non le ricordo, ma mi ricordo bene di quello!

La giornata è culminata con la celebrazione della Santa Messa, una bella foto di gruppo e la consegna di una medaglia commemorativa e di un attestato di ringraziamento agli Arditi Incursori della Marina e all'ANAIM.

Di seguito una carrellata di foto relative alle commemorazioni di Buja.

Questo slideshow richiede JavaScript.

IANTD: CONFERENZA ISPEZIONE SOMMERGIBILE SCIRE’

IANTD – RICOSTRUZIONE 3D DEL RELITTO DEL SOMMERGIBILE SCIRE’

In occasione del Raduno Incursori 2016, previsto per il 20 e 21 maggio p.v., l’ANAIM ha organizzato una conferenza, con filmati in 3D,  sull’ispezione al relitto del sommergibile Scirè.locandina-iantd
L’evento avrà luogo venerdì 20 alle ore 16:30 presso il Salone delle Feste del Circolo Sottufficiali di La Spezia  in Piazza d’Armi.
Relatore il Socio ANAIM Dottor Fabio Ruberti,  Presidente della IANTD EXPEDITIONS.
La IANTD EXPEDITIONS ha effettuato una prima ricognizione sul relitto del mitico Scirè nel 2008; una seconda spedizione di studio, ricerca e rilevamento ai fini di una ricostruzione 3D e della produzione di materiale video fotografico è stata organizzata e condotta con successo nel 2011. Alle immersioni su questo relitto di grande importanza storica hanno partecipato otto istruttori e subacquei IANTD: Fabio Ruberti – capo spedizione, FabioAgostinelli – vice capo spedizione e video operatore, Carla Binelli – segreteria, Gianni Calandrelli – operatore subacqueo responsabile rilevamenti, Roberto Massicci – operatore subacqueo responsabile rilevamenti, Alessandro Brandetti – operatore subacqueo, Mark Feder – responsabile logistica e operatore subacqueo e Ehud Galili – archeologo subacqueo che ha concesso alla spedizione l’onore della sua partecipazione.
L’iniziativa, oltre al patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e dell’Associazione Nazionale Incursori Marina, è stata incoraggiata e supportata dalla Federazione Subacquea Israeliana, dai Training Facility IANTD: Acquamarina di Marina di Pisa (PI), Elba Diving Center di Marciana Marina (LI), Scuola Sommozzatori di Caserta, Tek-Dive di Tel Aviv; quest’ultimo ha procurato tutta la logistica per le immersioni sul posto e dalle ditte di equipaggiamento per la subacquea tecnica Acquamarina® e Dive Rite®.
La spedizione era composta di due squadre operative con specifici obiettivi d’immersione giornalieri: misurazione e rilevazione del sito subacqueo, ricognizione esterna e rilevamento di reperti di particolare interesse e copertura foto cinematografica di tutto il relitto.
La spedizione ha messo in atto le migliori tecniche d’immersione associate ad un lavoro di squadra mirato alla ricerca archeologica, utilizzando gli equipaggiamenti più idonei.
Durante l’ultima immersione è stata deposta una corona subacquea sul relitto in memoria degli eroici caduti.

TERZA GARA 4° TROFEO BIRINDELLI 2016

ANAIM sezione Tiro organizza la terza gara del 4° Trofeo Ammiraglio Gino Birindelli MOVM 2016.
La manifestazione sportiva è programmata per domenica 15 maggio presso il poligono di tiro Korral 26 sito in Via Dei Ceri Km 6.2, Ceri ( RM ).

La gara verrà sviluppata su cinque scenari dinamici con disciplina di tiro TISMA. Presso il poligono è stato organizzato il pranzo offerto gratuitamente a tutti i tiratori iscritti alla gara.

Per consentire di organizzare al meglio l’evento, gli atleti interessati sono pregati di comunicare l’adesione alla competizione nel più breve tempo possibile compilando e inviando l’apposito modulo via e-mail a anaim.sezione.tiro@gmail.com, indicando anche l’eventuale partecipazione al pranzo di ospiti o accompagnatori.

Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Cordialmente

G.C.

Coordinatore ANAIM sezione Tiro

Scarica il programma della gara
Scarica il modulo di iscrizione