Come si diventa un Incursore della Marina Militare – il corso

Per diventare Incursori della Marina Militare occorre innanzitutto volerlo

poi occorre superare un corso della durata di circa un anno che si svolge presso la Scuola Incursori di COMSUBIN e, successivamente, un ulteriore corso integrativo svolto direttamente al Reparto operativo della durata di circa sei mesi.

Il corso è aperto a tutti i marinai (ovvero a tutto il personale in servizio nella Marina Militare) che non abbiano superato il ventinovesimo anno di età alla data di inizio del corso e che risultino idonei alle visite mediche attitudinali. Questi possono essere inquadrati sia nei ruoli Ufficiali, Marescialli, Sergenti o Truppa in servizio permanente, che nel personale volontario in ferma prefissata (VFP4 che non abbia superato il terzo anno di ferma alla data di inizio del corso), nonché al personale volontario a ferma annuale (VFP1) che abbia mostrato particolare predisposizione in seno alle fasi d'arruolamento. Per questi ultimi il superamento del corso Incursori da titolo per il passaggio in servizio permanente effettivo (SPE).

Arruolati in Marina

SCEGLI IL TUO ITER DI CARRIERA:

 

  LAUREA  
       
Ufficiali Ruoli Normali
a nomina diretta

(fino a 32 anni)

BANDO
DICEMBRE/GENNAIO

Ufficiali Ruoli Speciali

(fino a 32 anni)

BANDO
DICEMBRE

Ufficiali
in Ferma Prefissata

(fino a 38 anni)

BANDO
APRILE/MAGGIO

Marescialli
a nomina diretta

(fino a 32 anni)

BANDO
NOVEMBRE

 

 

  DIPLOMA  
         
Allievi Ufficiali
Corsi Normali

(fino a 22 anni)

BANDO
DICEMBRE/GENNAIO

Allievi Ufficiali
in Ferma Prefissata

(fino a 38 anni)

BANDO
APRILE/MAGGIO

Ufficiali
Ruoli Speciali

(limite età varia a seconda del ruolo di provenienza)

BANDO
DICEMBRE/GENNAIO

Allievi Ufficiali Piloti
di Complemento

(fino a 23 anni)

BANDO
NOVEMBRE

Allievi Marescialli

(fino a 26 anni)

BANDO
GENNAIO/FEBBRAIO

 

 

LICENZA MEDIA INFERIORE   2° LICEO CLASSICO/SCIENTIFICO
     
Militari di Truppa

(18-25 anni)

BANDO AGOSTO

  Scuola Navale Militare
Francesco Morosini

(15-17 anni)

BANDO MARZO

 

Il test di entrata non è uno sbarramento invalicabile, anche se la forma fisica è un requisito cui l'aspirante Incursore dovrà dedicare parecchie ore della sua giornata, anche in fase di preparazione al corso. Le prove selettive consistono in:

  • un tuffo di piedi da un trampolino di 5 metri
  • una prova di nuota a stile libero
  • una corsa di 300 metri da coprire in meno di 47 secondi
  • lo svolgimento di trazioni alla sbarra
  • l'esecuzione di piegamenti sulle braccia e addominali
  • una salita su di una fune di altezza 5 metri
  • una prova di salto in alto.

Combat readySuperato il test di entrata, nella seconda metà del mese di gennaio di ogni anno inizia il Corso Ordinario Incursori, suddiviso in quattro fasi (combattimento terrestre, combattimento in acqua, fase anfibia, condotta di operazioni complesse), che fornirà ai futuri Arditi una preparazione di base che li metterà in grado di entrare nelle squadre operative del GOI ove integreranno le proprie conoscenze e capacità a quelle possedute dal  Reparto per acquisire la "combat readiness".

Prima fase - combattimento a terra.
Della durata di dodici settimane, prevede il superamento di numerosi test fisici, la formazione all'impiego delle armi e degli equipaggiamenti, la conoscenza della topografia e più in generale tutto quello che concerne il movimento tattico individuale e di pattuglia sul terreno. In questa fase si cominciano a sviluppare le tecniche di difesa personale e si acquisiscono i primi rudimenti di movimenti su parete rocciosa che saranno perfezionati nel prosieguo del corso. La giornata tipo comincia all'alba con corsa e ginnastica e prosegue con lezioni teoriche e attività pratica diurna e notturna. Mano a mano che si acquisiscono nuove capacità operative aumentano anche la preparazione fisica e le difficoltà da superare, fino a condurre una prova finale di 40 chilometri di marcia notturna da svolgere in meno di 7 ore, con un carico di 18 chili di equipaggiamento.

Seconda fase - combattimento in acqua.
E' la fase più dura e selettiva. Dura tredici settimane. L'attività è dedicata prevalentemente al nuoto in superficie e in immersione, dia di giorno sia di notte. In questa fase gli allievi devono dimostrare di essere a loro agio sott'acqua e di saper coprire lunghe distanze a nuoto con i propri equipaggiamenti. L'allievo acquisisce anche capacità di condurre gommoni veloci e viene sottoposta a un esame pratico e teorico durante il quale dovrà dimostrare di aver appresto, tra l'altro, anche nozioni di nautica e aerofotografia.

Terza fase - fase anfibia.
Addestramento anfibio durante il corso IncursoriDella durata di dodici settimane, questo è il periodo nel quale gli allievi devono apprendere le tattiche e tecniche per transitare dal mare alla terra e viceversa, perfezionando inoltre le loro conoscenze all'impiego  dei diversi tipi  di armi speciali in dotazione ed acquisendo, infine, esperienza sia nel tiro mirato che in quello istintivo/operativo. In questa fase i frequentatori del corso imparano ad utilizzare gli esplosivi e le cariche da demolizione, nonché ad operare da ed con gli elicotteri. Questo momento formativo si conclude con tre esercitazioni notturne di ricognizione o di attacco di tipo anfibio, contro obbiettivi sulla costa e/o Unità Navali.

Quarta fase - condotta delle operazioni.
Per 15 settimane gli allievi dovranno dimostrare di aver acquisito la capacità d'integrare quanto appreso durante il corso mettendolo in pratica in ogni ambiente operativo, dimostrando di saper pianificare un'operazione speciale e di conoscere come gestire i mezzi per essa necessari. Gli ultimi test consistono in una complessa esercitazione finale e in una verifica scritta e orale su quanto appreso durante tutto il corso.

A chi è giudicato idoneo viene consegnato, durante una solenne cerimonia, il brevetto e l'ambito basco verde da incursore, transitando poi nelle file del prestigioso Gruppo Operativo Incursori.

 

Il CSM della Marina Militare, Amm. Giuseppe de Giorgi, consegna il basco verde ad un neo-brevettatoBrevetto di un allievo al termine del Corso IncursoriSpecializzazioni
Al GOI i neo brevettati integrano  la loro preparazione frequentando il corso di paracadutismo presso il Centro Addestramento Paracadutisti della Folgore e continuando la formazione sulle tecniche, tattiche e procedure operative in uso al Reparto.
E' in questo momento, inoltre, che i neo-incursori cominciano ad operare con gli equipaggiamento e i mezzi ad alta classifica di segretezza del Reparto. Infine entrato nelle squadre operative ed acquisita la "combat readiness" la formazione di un Incursore continua durante tutta la sua carriera attraverso la frequenza di un numero elevato di corsi (ad esempio di paracadutismo ad apertura comandata, di rocciatore, di tiratore scelto, esperto in soccorso medico ecc...) svolti in Italia e all'estero presso le migliori scuole militari e civili.